Bielsa Marcelo


Marcelo Bielsa

Allenatore. Nato a Rosario (Argentina) il 21 luglio 1955. Soprannominato "El loco" (Il pazzo.) Nell'estate 2016 firmò un contratto con la Lazio per assumere il ruolo di allenatore. Dopo una lunga serie di contatti, richieste le più disparate riguardo la campagna acquisti e cessioni, le strutture logistiche, il numero di collaboratori, benefit vari l'8 luglio 2016 annunciò di rinunciare al contratto perché la Lazio non aveva ottemperato, a suo modo di vedere, alle richieste espresse. Il caso generò molto clamore nel mondo sportivo e soprattutto accentuò il dissidio tra una larga parte della tifoseria biancoceleste favorevole all'ingaggio di Bielsa e i vertici societari. Il contratto, pur essendo stato siglato dalle parti, non fu mai depositato in Lega. Dopo la rinuncia a Bielsa, il ruolo di allenare la squadra per la stagione 2016/17 fu affidato a Simone Inzaghi (II).

Marcelo Bielsa svolse la sua carriera di giocatore soprattutto nel Newell's Old Boys. Proprio in quest'ultima società iniziò, ad appena 25 anni, ad allenare prima come viceallenatore e poi come trainer delle squadre giovanili. Nella stagione 1990/91 gli fu affidata la panchina della prima squadra. Passò poi, nel 1993, all'Atlas e poi in sequenza all'América, al Vélez Sarsfield e all'Espanyol. Fu chiamato nel 1998 dalla Federazione argentina ad allenare la squadra nazionale. Rimase sulla panchina albiceleste fino al 2004. Dal 2007 al 2011 allenò la nazionale del Cile. Successivamente sedette sulla panchina dell'Athletic Bilbao, dal 2011 al 2013, e poi si spostò in Francia per guidare l'O. Marseille. Nell'agosto 2015, dopo una sola giornata di campionato, si dimise dall'incarico. Il 14 febbraio 2017 ha annunciato di aver firmato un contratto biennale con il Lille a partire dalla stagione 2017/18.

Da allenatore è stato tre volte vincitore del campionato argentino: due volte con il Newell's Old Boys nel torneo di Apertura del 1990 e di Clausura del 1992 e una volta con il Vélez Sársfield nel torneo di Clausura del 1998.

Alla guida della nazionale olimpica argentina vinse la medaglia d'oro ad Atene nel 2004.

Personaggio molto discusso e imprevedibile, come allenatore si affida a moderne metodologie conoscitive di tipo informatico e ad un forte carisma che porta i giocatori ad avere una totale fiducia nei suoi confronti. Tatticamente si avvale del 3-3-3-1 che richiede dedizione assoluta in campo e negli allenamenti. Molti noti allenatori si rifanno a Bielsa per quanto riguarda l'impostazione tecnico-tattica.