Campilongo Salvatore


Salvatore Campilongo con la maglia rossa della Lazio al Viareggio 1980
Con la Lazio al Torneo di Viareggio

Attaccante, nato a Napoli (rione Atan a Fuorigrotta vicino allo stadio San Paolo) il 1 settembre 1961.

Cresciuto nelle giovanili del Napoli, viene scartato a causa della sua altezza. Viene acquistato nell'ottobre 1979 dalla Juve Stabia. Disputa una stagione in maglia biancoceleste, vincendo il premio come miglior giocatore del torneo di Viareggio. Con la Lazio colleziona 1 presenza in Campionato in Torino-Lazio 1-0 ed una presenza in panchina la partita successiva con il Milan. Ceduto al Milan nel 1980, rimane con i rossoneri solo pochi mesi. Passa quindi all'Avellino (una presenza in serie A nella stagione 1981/82), in seguito milita con Empoli, Mantova, Campania, di nuovo Empoli, Frattese (Interregionale), di nuovo Campania, Salernitana, Brindisi, Casertana, Venezia, Palermo, Turris, di nuovo Avellino, Frosinone e Giugliano.

Terminata l'attività agonistica, diventa allenatore di Cavese (promozione dalla C2 nel 2006/07), Foggia, Avellino, Empoli (2009/10). Nel gennaio 2011 è stato chiamato alla guida del Frosinone in Serie B. Nel 2012 allena la Nocerina. In seguito viene chiamato alla guida dell'Ischia Isolaverde, ma il 20 gennaio 2014 viene esonerato. Nel luglio 2014 firma un contratto con il Rimini, ma dopo due mesi rescinde il contratto. Alla fine di novembre del 2014 firma un accordo per allenare la Casertana, andando a sostituire Gregucci. Nel novembre 2015 diventa allenatore del Taranto ma viene esonerato, dal gennaio 2017 allena la Vibonese da cui si dimette a novembre 2017. L’anno successivo allena il Savoia, quindi la Cavese (da settembre 2019).