Castagner Ilario


Ilario Castagner
Ilario Castagner con il presidente Casoni

Allenatore, nato a Vittorio Veneto (TV) il 18 dicembre 1940.

Ilario Castagner gioca come centravanti con Reggiana, Legnano, Perugia (con cui vince il titolo di capocannoniere di serie C nel 1964), Prato e Rimini. Nel 1966 diventa allenatore al Corso di Coverciano ed a soli 28 anni allena nel settore giovanile dell'Atalanta.

Nel 1974/75 diventa allenatore del Perugia, vince il campionato di Serie B ed il premio Il Seminatore d'Oro per la serie B. Nel 1978/79 gli umbri arrivano secondi in classifica nel massimo campionato, miglior risultato nella storia della società umbra, rimanendo imbattuti per tutto il Campionato. Grazie a questo risultato, Castagner si aggiudica il premio "Il Seminatore d'Oro" ed il premio Guerin d'Oro a pari merito con Liedholm. Nel 1980 Aldo Lenzini lo chiama alla Lazio in Serie B per sostituire Lovati, ma i biancocelesti falliscono la promozione giungendo quarti. La stagione successiva viene esonerato dal presidente Casoni e sostituito con Roberto Clagluna alla 23esima giornata.

Passa quindi al Milan nel 1982 e all'Inter nel 1984. Dopo l'esonero con i nerazzurri comincia la parabola discendente per l'allenatore veneto: nel 1987 allena l'Ascoli e poi in successione il Pescara, il Pisa e ancora il Perugia. Nel 1999 cessa di allenare e diventa commentatore tecnico di calcio per alcune reti televisive. Siede sulla panchina della Lazio per complessive 67 volte, ottenendo 23 vittorie, 28 pareggi e 16 sconfitte.






Torna ad inizio pagina