Clerici Sergio


Sergio Clerici
ClericiNapoli.jpg
Sergio Clerici
Clerici con il figlio a Napoli

Attaccante, nato a San Paolo (Brasile) il 25 maggio 1941. Soprannominato "Gringo".

Acquistato dal Lecco nella stagione 1960/61, militò due anni in Serie A deludendo le attese (2 gol il primo anno, solo 1 il secondo in 30 gare), prima della retrocessione in Serie B. Nel campionato cadetto continuò a non incidere realizzando solo 5 gol in 28 partite nel 1962/63. Poi finalmente l'esplosione: 47 reti in tre campionati, capocannoniere con 20 reti insieme a De Paoli del Brescia nel 1964/65 e la promozione nella massima serie. Dopo un anno in A con i lombardi nel 1967/68 fu ceduto al Bologna ma non riuscì a sfondare realizzando solo 4 reti. L'anno seguente passò all'Atalanta dove in 26 gare segnò 9 reti.Tra il 1969 al 1971 veste la maglia del Verona dove in due stagioni realizza 18 reti in 54 gare. Nel campionato 1971/72 passa alla Fiorentina, dove rimane due stagioni. Nel campionato 1973/74 passa al Napoli allenato a Vinicio dove disputa due ottimi campionati realizzando 29 reti. Fu coinvolto nella stagione 1973/74 in uno scandalo sportivo in cui erano implicate Verona e Foggia (poi retrocesse d'ufficio in serie B), ma totalmente scagionato nel processo sportivo. Gioca nel Bologna dalla stagione 1975/76 per poi passare 1977/78 alla Lazio come centravanti di riserva. E' stato l'ultimo giocatore straniero a calcare i campi di gioco italiani dopo la chiusura del 1966 e prima della riapertura nel 1980.

Con la Lazio colleziona 11 presenze e 1 rete in Campionato. Al termine della carriera agonistica tornò in Brasile, dove aveva una concessionaria di automobili della Fiat e dove allenò il Palmeiras e per un paio di stagioni ed il Santos.








Torna ad inizio pagina