D'Anna Vincenzo


Vincenzo D'Anna in età matura.
Si ringrazia il nipote Riccardo D'Anna
Il trafiletto de "Il Messaggero" del 20 luglio 1909. Si noti come l'ordine dei calciatori nelle due formazioni era scritto cominciando dall'ala sinistra per finire al portiere. Questa maniera di indicare i calciatori si mantenne sporadicamente fino all'inizio del secondo decennio del secolo. Tuttavia, in molti casi, l'ordine andava dal portiere all'ala sinistra. Nella formazione della Lazio sono presenti numerosi errori sia nella trascrizione dei nomi che nella loro esatta individuazione. A ciò si è posto riparo nel tabellino relativo alla partita

Attaccante, nato a Roma il 29 ottobre 1898 e ivi scomparso il 5 aprile 1966.

Cugino di 1° grado dei calciatori biancocelesti Marcello Consiglio e Vittorio Consiglio, giocò nella squadra Allievi tra il 1910 e il 1914. Su questo calciatore si hanno testimonianze dirette da parte del nipote che riferisce come il giovane D'Anna abbia giocato delle partite nelle giovanili con il nome di Consiglio Vittorio o Consiglio (II). (v. nota).

(Nota): Ciò troverebbe un possibile riscontro nello scorrere le formazioni di un match amichevole, Lazio Allievi-Lazio Tivoli Allievi del 18 luglio 1909, in cui sono presenti sia Marcello Consiglio che Vittorio Consiglio. Se per il primo, che nel 1909 aveva 15 anni, non c'erano divieti regolamentari per giocare tra gli Allievi, per il secondo, che aveva 17 anni, questi vincoli esistevano in quanto la categoria Allievi comprendeva giocatori di età compresa tra i 12 e i 15 anni. E' quindi possibile che D'Anna, con la complicità dei dirigenti laziali e grazie ad una certa approssimazione normativa, abbia preso il posto del cugino Vittorio in quanto troppo giovane, 11 anni, per poter giocare tra gli Allievi.