Domenica 6 marzo 1927 - Caserta, Piazza d'Armi - Casertana-Lazio 1-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

6 marzo 1927 - Campionato di Prima Divisione 1926/27 Girone D - XVI giornata

CASERTANA: Silvani, Giordano, Guarneri, Rossi, Zoccola, Traversa, Rastelli, Grassi, Ruprich, Piccini, Costa (I). Allenatore: Ruprich.

LAZIO: Sclavi, Zannelli, Saraceni (II), Galli, Berti (II), Fiorini, Lowy, Fraschetti, Ottier, Filippi, Pardini. Allenatore: Lowy.

Arbitro: sig. Pinasco.

Marcatori: 40' Rastelli.

Note: pioggia per tutto l'incontro. Espulsi al 55' Zoccola (Casertana) e Lowy (Lazio). Angoli 4 a 4.

Spettatori: pubblico numeroso.

N.B. Il tabellino dell'incontro, tratto dal Corriere di Napoli, è stato fornito a LazioWiki da Chrystian Carvelli


La Casertana ha meritato la vittoria in virtù di una determinazione che i romani non hanno avuto. La Lazio possiede più caratura tecnica, ma da qualche domenica ha subito un'involuzione del gioco allarmante e appare sempre in difficoltà dal punto di vista fisico. C'è però da registrare che il gioco dei campani è stato violento e antisportivo; il pubblico ha scagliato in campo pietre per tutto l'incontro e il portiere laziale Sclavi è stato pesantemente minacciato. Al termine della gara solo la scorta della Milizia ha permesso alla Lazio di poter raggiungere l'albergo.


Dalla Gazzetta del Mezzogiorno - Gazzetta del lunedì del 7 marzo 1927:

Casertana-Lazio: 1-0

Caserta, 7.

L'inizio del match è velocissimo e favorevole alla Casertana. La Lazio, dopo il primo momento si riprende e Fraschetti parte veloce verso la porta casertana facilitato anche dal fatto che Giordano è a terra. Le azioni della Lazio si susseguono per un quarto d'ora con una certa vivacità, senza tuttavia riuscire a predominare il gioco. Una discesa di Zoccola mette in pericolo per la prima volta la porta romana. Altre discese di Costa danno l'impressione che il goal sia per maturare ed infatti al 40. primo, dopo una mischia sotto la porta di Sclavi, Costa riesce a passare di precisione la palla a Piccina, il quale non perde tempo e dà modo a Rastelli di scaraventare in porta la palla e segnare così il goal della vittoria casertana. Siamo così alla fine del primo tempo. Alla ripresa la pioggia è incessante. Dopo un quarto d'ora di gioco che non ha permesso ai laziali di dimostrare la loro superiorità, il portiere Sclavi viene caricato in modo abbastanza brutale. Nasce una discussione e un incidente fra giocatori romani e casertani. L'incidente assume ad un tratto un aspetto grave ma l'arbitro riesce a calmare gli animi eccitati. La Lazio usufruisce di un corner, ma non riesce a pareggiare. Un altro corner a favore della Lazio e uno a favore della Casertana vengono entrambi sciupati. Un altro incidente si è verificato a causa di una marcata irregolare fatta dopo qualche minuto da parte di un romano ad un giocatore casertano. L'arbitro Pinasco riesce a mettere la pace e le squadre, senza che accada altro di notevole, possono terminare il loro gioco.