Fantoni (IV) Orlando


Orlando Fantoni

Attaccante, nato a Belo Horizonte (Brasile) il 4 maggio 1917 (13 maggio secondo altre fonti), morto di enfisema polmonare a Salvador de Bahia il 5 giugno 2002 (conosciuto in Brasile come Titio). Fratello minore di Juan e Leonidio e cugino di Octavio, inizia l’attività del Palestra Italia di Belo Horizonte (attuale Cruzeiro) dove rimane fino al termine della stagione 1946/47. Nell’estate del 1947 viene acquistato dalla Lazio insieme al connazionale Robespierri. I due non trovano molto spazio in prima squadra, Robespierri non viene mai impiegato ed è ceduto al Catania nel mercato autunnale mentre Fantoni riesce a collezione solo 8 presenze e a realizzare 2 reti. La stagione successiva inizia la preparazione pre-campionato con la Lazio e poi torna in Brasile al Vasco de Gama con cui chiude la carriera nel 1950. Dopo essersi laureato in Giurisprudenza, nel 1957 inizia l’attività di allenatore in Venezuela guidando nell’ordine Universidad Central, Deportivo Portugués e Deportivo Italia. Torna poi in Brasile per guidare il Cruzeiro e poi una lunga carriera seguire con Caldense, Londrina, ancora Cruzeiro, America, Nautico, Bahia, Vasco da Gama, Gremio, Corinthians, di nuovo Vasco da Gama e Cruzeiro, Botafogo, Bahia e per finire Vitoria nel 1984. Come allenatore si aggiudica cinque campionati venezualani e sette brasiliani (3 baiani, 1 mineiro, 1 pernambucano, 1 carioca e 1 gaucho).

Le sue spoglie riposano nel cimitero Jardim da Saudade di Salvador de Bahia.





Torna ad inizio pagina