Il Ritiro 1932


Stagione

La Lazio parte per il ritiro estivo di San Martino al Cimino (VT) il 27 luglio 1932. Nella località cimina la squadra, sotto la guida di Sturmer, si dedica alle attività atletiche e alla resistenza, senza usare il pallone. Viene disputata una sola amichevole, l'8 agosto, nella vicina Tuscania in occasione della locale festa del Santo Patrono, gara che termina con il risultato di 16-2. . L'amichevole Il ritorno a Roma si ebbe il 14 agosto. Dopo qualche giorno di riposo la squadra si ritrovò il 18 agosto alla Rondinella dove iniziò la preparazione con il pallone. Lo stesso giorno fu giocata una partita tra Lazio A e Lazio B che finì con il risultato di 10-1 per i titolari. Il 21 agosto i biancocelesti incontrarono l'Albano che per l'occasione indossò una divisa identica a quella della Roma. Ciò indispettì i tifosi laziali presenti che incitarono con veemenza i propri giocatori. Il risultato di 16-0 testimonia l'impegno della Lazio. Il 25 agosto si svolse l'incontro Lazio Titolari-Lazio Riserve che terminò 8-2. Le stesse formazioni si incontrarono il 1 settembre e l'allenamento finì 5-4. Poi, il 4 settembre, alla Rondinella, si giocò l'amichevole Lazio-Perugia che vide i biancocelesti imporsi per 4-2 e l'8 settembre fu la volta di Lazio-Foligno finita 8-0 per i romani. Il campionato iniziò il 18 settembre con Napoli-Lazio 3-1. A titolo di curiosità si può ricordare che nel mese di Agosto furono fissati i prezzi per il rinnovo della tessera di Socio: £. 20 al mese, eccetto il primo in cui la quota era di £. 25 perché comprendeva la marca della Federazione. Le quote permettevano di assistere agli allenamenti della squadra, alle partite casalinghe in tribuna e garantivano uno sconto del 50% per l'accesso alla piscina dello Stadio.

Ritiro193233.jpg
I giocatori a rapporto da Sturmer prima di partire per il ritiro
Ritiro193233b.jpg