Mancini Anzio


Anzio Mancini
Anzio Mancini

Attaccante, nato a Roma il 19 febbraio 1944. Gioca con le giovanili nel 1960/61. Muore tragicamente alcuni anni più tardi l'11 gennaio 1970 quando, con la maglia della Tevere Roma, sta disputando una partita di campionato contro la Tharros ad Oristano in Sardegna, a causa di un edema polmolare acuto. Al 32' del primo tempo si accasciava al suolo, nonostante i soccorsi del massaggiatore e dei medici, moriva durante il trasporto in ospedale.

Cresciuto nella Stella Polare di Ostia, dopo aver giocato con la Lazio, era passato al Rieti ed alla Tevere Roma. Nel 1967 era stato acquistato dalla Fiorentina, con la quale aveva giocato nel Campionato De Martino. Ceduto all'Avellino nel 1968/69 (15 presenze ed una rete), all'inizio della stagione successiva ritornava in prestito alla Tevere Roma, per stare vicino alla famiglia, nella gestione del ristorante "Quadrifoglio" sulla via Pontina. I funerali si svolsero nella basilica di San Paolo fuori le Mura, alla presenza di una folla di sportivi commossa, dei calciatori della Tevere Roma e delle rappresentanze di Lazio e Roma.

A Roma, proprio sulla via Pontina c'è un campo di calcio intitolato a suo nome. Il fratello maggiore Mario, anch'egli giocatore delle giovanili biancocelesti, era tragicamente scomparso nel corso della stagione 1960/61 a seguito di un incidente stradale.