Paruccini Vincenzo


Paruccini nel 1974

Ingegnere, nato a Roma il 6 gennaio 1930. E' stato dirigente accompagnatore della squadra dal 1969. Nell'assemblea del 18 dicembre 1972 venne eletto ufficialmente consigliere della società. Rimase in questo incarico dirigenziale durante la presidenza Lenzini e successivamente in quella di Chinaglia. Abile collaboratore societario, lo si ricorda soprattutto per le abituali partite di poker del sabato notte con i giocatori in ritiro, affrontate in chiave scaramantica con l'intento di perdere sempre. Allo stadio, durante gli incontri, era sempre teso e partecipe. Paruccini è stato uno dei personaggi di maggior spessore della Lazio per quasi venti anni.

Racconta l'Ing. Paruccini in esclusiva a LazioWiki il 13/12/2014:

Ho conosciuto la S.S. Lazio all’età di 5 anni, nel 1935, ne ho fatto parte dal 1969 al 1986 e ho quasi sempre ricoperto l’incarico di dirigente accompagnatore ufficiale della squadra perseguendo, ottenendola, la stima del Presidente, dei tecnici e dei giocatori. Sono uscito dalla società nel 1986 al proliferare di situazioni estranee al mio modo di essere.

In tema di ricordi riporto "che", nelle medie, ostentavo la mia Lazialità alla professoressa di matematica romanista. “Che“ nel derby vittorioso del 1956, al goal di Muccinelli, abbracciai la fidanzata laziale di un tifoso romanista e, nella colluttazione che seguì, persi il cronometro d’oro regalatomi dai miei genitori. “Che“ partecipai solo per quattro minuti al mio pranzo di laurea organizzato ingenuamente di domenica da mio padre per andare alla partita. “Che“ durante il viaggio di nozze lasciai a Verona mia moglie con la febbre altissima (nulla di grave!) per andare ad Udine e seguire la squadra. “Che“ nel ricevimento organizzato da me e Bezzi regalai, dal presidente al magazziniere, ventinove medaglie d’oro all’uopo preparate per i trionfatori del '74. “Che“ avrei molto da raccontare ma ho preferito soffermarmi su alcuni piccoli ricordi personali senza menzionare fatti già noti.