Piselli Pietro


 Questa voce  è solo un abbozzo: contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di LazioWiki.
Pietro Piselli
Pietro Piselli a 69 anni è allenatore della Salernitana

Nato a Livorno il 14 novembre 1891. Soprannominato "il maestro" per la sua competenza calcistica, fu da giovane un valido ginnasta. Nonostante la perdita di una gamba seguitò a coltivare la sua passione sportiva dedicandosi all'attività di allenatore. Le prime notizie certe in tale ambito risalgono alla stagione 1925/26 quando guida l'Alba di Roma del presidente Farneti detto "il guercio". Allorché Farneti divenne consigliere di Remo Zenobi, nel 1929, caldeggiò vivamente al presidente biancoceleste l'ingaggio di Piselli che prese così il posto di Sedlaceck. La permanenza a Roma del tecnico durò solo per il campionato 1929/30. L'anno seguente Zenobi fece ricorso a Ferenc Molnar. Piselli fu un grande assertore del "sistema" ma la non eccelsa qualità della formazione laziale in quella stagione, non gli permise di raggiungere i risultati sperati. Nel 1930/31 guidò il Lecce e poi, in successione, per circa trenta anni, il Messina, il Savoia, il Pescara, il Livorno, l'Udinese durante la guerra e poi ancora L'Aquila, il Catanzaro, il Taranto, la Salernitana, il Bari e infine, nel 1959/60, di nuovo la Salernitana. Ha guidato la Lazio per 34 partite, ottenendo 10 vittorie, 8 pareggi e 16 sconfitte.