Velasco Julio


Julio Velasco

Dirigente. Nato a La Plata, in Argentina, il 9 febbraio 1952.

Durante la frequenza nella Facoltà di Filosofia nella sua città è costretto ad abbandonare gli studi perché perseguitato dal regime fascista installatosi nel Paese sudamericano, a causa della sua appartenenza al Partito Comunista Argentino. Condizionato dal continuo controllo poliziesco, si trasferisce a Buenos Aires e comincia ad allenare delle squadre di pallavolo. Con la Ferrocarril Oeste vince quattro campionati consecutivi dal 1979 al 1982. Agli inizi degli Ottanta è Vice Allenatore della squadra nazionale maschile argentina. Nel 1983 si trasferisce in Italia e con la Panini Modena vince quattro scudetti, una Coppa delle Coppe (1986) e tre coppe Italia. Viene quindi chiamato a guidare la nazionale italiana con la quale, tra il 1989 e il 1996, ha vinto 3 campionati europei, 2 mondiali e 5 World League oltre a innumerevoli tornei. Il consuntivo di questa esperienza è di 231 successi in 310 partite disputate. Nel 1997 passa ad allenare la nazionale femminile portandola a vincere i Giochi del Mediterraneo. Sergio Cragnotti, nel 1998, lo chiama alla Lazio come Direttore Generale. Fu quello l'anno di arrivo alla Lazio di Sinisa Mihajlovic, Dejan Stankovic e Ivan De La Peña e con loro giunse pure la vittoria della Coppa delle Coppe. Pur avendo un contratto di due anni, Velasco chiese di andarsene alla fine del primo.

Non sono stati mai chiariti i motivi di tale scelta ma forse il tecnico Sven Goran Eriksson sentiva il peso di avere alle spalle una figura di spiccato carisma e poco propensa ai compromessi consueti del mondo del calcio. Dopo un'altra breve esperienza come Direttore Generale nell'Inter di Moratti, si trasferisce (2001) nella Repubblica Ceca per allenare la nazionale di pallavolo. Nel 2003 il ritorno in Italia per allenare squadre di club del campionato di pallavolo, Piacenza, Modena e nella stagione 2007/08 la Montichiari di Brescia. Successivamente guida la nazionale maschile della Spagna e quella dell'Iran. Nel febbraio 2014 assume per la prima volta l'incarico di C.T. della nazionale del suo Paese. Julio Velasco è stato un tecnico e un dirigente dalle vedute modernissime che, oltre all'aspetto fisico e tecnico, agiva sulla psicologia degli atleti potenziandone l'aspetto comportamentale e motivazionale con tecniche innovative e sperimentate a livello scientifico, in un ambito di severa programmazione e continuo controllo dei risultati raggiunti.