Zaccheroni Alberto


Alberto Zaccheroni

Allenatore, nato a Meldola (FC) il 1 aprile 1953.

Inizia ad allenare il Cesenatico in serie C2 nel 1983/84. Viene confermato la stagione successiva, poi allena il Baracca. Nel 1991 alla guida del Venezia viene promosso in Serie B e rimane alla guida dei neroverdi nella serie cadetta per due stagioni.

Nel 1993 scende di categoria per allenare il Bologna, poi la stagione successiva lo vede alla guida del Cosenza tra i cadetti. Il buon campionato attira le attenzioni dell'Udinese che lo ingaggia in Serie A. Ad Udine rimane tre anni, disputando ottimi campionati. Vince il premio Guerin d'Oro nel 1997/98.

All'inizio della stagione 1998/99 viene assunto dal MIlan ed al primo tentativo vince il campionato, in rimonta ai danni proprio della Lazio. Gli viene assegnato il premio Guerin d'Oro per il secondo anno consecutivo. Rimane tra i rossonoeri altre due stagioni, ma viene esonerato dal Presidente Berlusconi che non aveva mai amato i suoi schemi di gioco.

Viene ingaggiato alla 4° giornata della stagione 2001/02 dalla Lazio, al posto di Dino Zoff. Conquista un posto in Coppa UEFA, ma su di lui pesa la pesante sconfitta nel derby di ritorno e non viene riconfermato.

Rimasto senza squadra per una stagione, viene chiamato a Milano, stavolta sponda Inter, per sostituire Hector Cuper. Nonostante la conquista di un posto in Champions League, anche a Milano non viene riconfermato.

Non trova squadra nei due anni successivi, fino all'inizio della stagione 2006/07 quando viene assunto dal Torino. Ma non finisce la stagione: esonerato dal presidente Cairo e sostituito da De Biasi. Nel gennaio del 2010 sostituisce Ciro Ferrara sulla panchina della Juventus. Successivamente diventa C.T. della Nazionale giapponese con la quale vince Coppa d'Asia 2011, si qualifica per il Mondiale in Brasile 2014 e la Coppa dell'Asia orientale 2013. Nel 2016 allena il Beijing Guoan (Cina) ma viene esonerato, nel 2017 diventa il C.T. degli Emirati Arabi Uniti.