Ballardini Davide



Davide Ballardini
Igli Tare, Davide Ballardini ed il Presidente Claudio Lotito nel giorno della presentazione del tecnico ravennate
Dnews del 16 giugno 2009
Davide Ballardini dà disposizioni in campo

Allenatore, nato a Ravenna il 6 gennaio 1964.

Cresciuto nel Cesena come giocatore, dal 1996 ha iniziato la carriera di allenatore nelle giovanili del Ravenna per poi passare a quelle del Parma e del Milan. Nel 2004 siede sulla panchina della Sambenedettese per poi passare su quella del Cagliari alla terza giornata del campionato 2005/06, ma viene esonerato dopo 9 partite avendo conquistato pochi punti e senza aver mai vinto una gara. Nel 2006 diventa il nuovo allenatore del Pescara, che milita nel campionato di Serie B, ma viene esonerato dopo un inizio di torneo in sordina nel quale colleziona 3 pareggi e 3 sconfitte. Nella stagione 2007/08 viene richiamato di nuovo dal Cagliari per subentrare all'esonerato Nedo Sonetti. Il suo arrivo consente alla squadra rossoblù di raggiungere una salvezza impensabile a gennaio. A fine stagione lascia la panchina degli isolani. Nel settembre 2008 il presidente Maurizio Zamparini lo chiama sulla panchina del Palermo per sostituire l'esonerato Stefano Colantuono.

Dopo un buon campionato con i rosanero, a fine stagione annuncia il suo addio alla panchina dei siciliani. Il 15 giugno 2009 firma un contratto di due anni (con opzione sul terzo) con la Lazio e viene presentato ufficialmente il 16 giugno 2009 presso il Centro Sportivo di Formello. Con la Lazio si aggiudica la Supercoppa Italiana battendo l'Inter a Pechino. In campionato, dopo aver vinto le prime due partite, non riesce a far esprimere la squadra che entra in crisi e in piena lotta per non retrocedere. Il 10 febbraio 2010, dopo la sconfitta interna con il Catania che porta i biancazzurri al terz'ultimo posto in classifica viene esonerato a favore di Reja che riuscirà nell'impresa di portare i biancazzurri ad una insperata salvezza. L' 8 novembre 2010 accetta di subentrare all'esonerato Gasperini sulla panchina del Genoa dove rimane fino alla fine della stagione. Dopo un breve periodo di inattività, l' 8 novembre 2011 è chiamato di nuovo ad allenare il Cagliari al posto dell'esonerato Ficcadenti. L'avventura in Sardegna dura fino all' 11 marzo 2012 quando dopo la pesante sconfitta per 6-3 subita a Napoli viene esonerato. Il 20 gennaio 2013 ritorna al Genoa dove subentra all'esonerato Del Neri. Non viene riconfermato dai rossoblù liguri e nel gennaio 2014 firma un contratto con il Bologna, ma non riesce a salvare i felsinei. Nel novembre 2015 firma un contratto con il Palermo, ma già il 10 gennaio 2016 viene esonerato.

Palmares