Becchetti Corrado


Corrado Becchetti
Corrado Becchetti al Torneo di Grasse del 1962. A destra Maurizio Becchetti omonimo ma non parente di Corrado. Dono di Corrado Becchetti per tramite di Piero Spinelli

Mezzala, nato a Roma il 1 luglio 1945.

Fa parte della De Martino nella stagione 1961/62. Spesso riportato come Becchetti II per distinguerlo da Maurizio di cui è solo omonimo e non parente. Questo è quanto ci ha fatto pervenire, tramite l'amico di LazioWiki Piero Spinelli, Corrado Becchetti:

"Ho partecipato ad una leva organizzata per la Lazio da un amico di mio fratello che era proprietario della Forti e Tenaci, squadretta giovanile di Torpignattara. Ho giocato si e no mezz'ora e mi hanno subito fatto uscire e firmare. Ho giocato il campionato 1960/61 con la squadra allievi chiamata Lazio C nonostante fossi di un anno più giovane (si pensi che nella seconda squadra allievi, Lazio D, giocava Vito d'Amato, di un anno più grande, che farà poi una grande carriera). Nel campionato 1961/62 sono partito come capitano sempre della squadra allievi, ma dopo un po' di partite Carlini l'allenatore della Lazio A che faceva il campionato juniores mi ha inserito in squadra facendomi giocare sempre nonostante fossi di due anni sotto il limite di età, in una squadra dove c'era gente del calibro di Mario Santececca e Mario Fabrizi. Addirittura quell'anno, nonostante la giovanissima età, ho esordito nella squadra De Martino che era in pratica la squadra riserve della prima squadra.

L'anno successivo si presentava come l'anno delle grandi speranze visto come ero tenuto in grande considerazione in società, tra i compagni di squadra e tra i tecnici, ma purtroppo è stato l'anno di una di una mia scelta sbagliata: il trasferimento alla Tevere Roma, dove ho fatto delle buonissime cose esordendo in serie C nel 1963, ma non in serie B o A come avrei potuto se fossi rimasto alla Lazio. Su LazioWiki si parla del torneo di Grasse del 1962 dove io ho giocato solo la finale con la Sanremese, ma più interessante era stato prima il torneo di Bellinzona dove il 21 aprile 1962 all'esordio abbiamo battuto il Bayern Monaco 2-0 con reti mia di destro e raddoppio di Maurizio Becchetti. Nel Bayern forse giocava Beckembauer. Poi abbiamo perso sia la semifinale con l'Arsenal (il mio rigore finì sul palo), che la finale per il terzo posto con il Partizan ai rigori.

Per quanto concerne Vicenza, Vis Pesaro e Udinese sono perplesso, perché nel Vicenza ero nell'orbita della prima squadra ed ho giocato tutto il Torneo De Martino contro tutte le squadre del nord compresi Milan ed Inter. Purtroppo allora non c'erano ancora le sostituzioni, altrimenti qualche spezzone di partita l'avrei giocato. Nella Vis Pesaro ho giocato tutte le prime partite del girone centrale della serie C fino a novembre quando mi hanno ceduto all'Udinese allora allenata dal leggendario Viani (I) che stravedeva per me, ma che purtroppo morì durante l'anno e la squadra fu affidata al preparatore atletico che invece mi ignorava. Da Udine mi avevano ceduto al Crotone ma, era il 1969, ho deciso di smettere. Questo è quanto. Mi piacerebbe trovare qualcosa di più sul Torneo di Bellinzona del 1962 perché ho il grande ricordo di aver incontrato (e battuto!) il grande Franz. Ecco il dettaglio delle squadre dove ho giocato, diviso per stagione:

- dal 1960 al 1962 Lazio;

- dal 1962 al 1966 Tevere Roma;

- dal 1966 al 1968 Lanerossi Vicenza;

- da Luglio 1968 a Ottobre 1968 Vis Pesaro;

- da Novembre 1968 a giugno 1969 Udinese."



Palmares






Torna ad inizio pagina