D'Avino Giuseppe


Giuseppe D'Avino

Attaccante, nato a Salerno il 9 settembre 1927 e ivi deceduto il 12 marzo 2011. Cresciuto nella squadra della sua città, nel 1946/47 passa alla Nocerina e in quella seguente alla Torrese (già Savoia). Con la squadra di Torre Annunziata si mette particolarmente in luce realizzando 20 reti in 32 incontri di campionato di serie C. Viene quindi acquistato dalla Lazio per la stagione 1948/49. Con la maglia biancoceleste fa il suo esordio in serie A ma non trova molto spazio e riesce a collezionare solo 7 persenze, impreziosite comunque da 2 reti. Nell'estate del 1949 viene quindi ceduto e fa ritorno alla Salernitana. Come contropartita la Lazio riceve in cambio il portiere De Fazio, che poi diventerà cognato dello stesso D'Avino. Un anno con la maglia granata poi il passaggio all'Empoli dove rimane però una sola stagione. Nel 1951 il passaggio al Catanzaro dove finalmente mette radici e rimane fino al 1957, quattro campionati da titolare con 131 presenze e 38 reti. E' proprio con la maglia dei giallorossi calabresi che, in occasione di una partita contro la sua squadra del cuore, la Salernitana, realizza il gol partita trafiggendo, con un tiro da centrocampo, il cognato De Fazio. L'episodio fa infuriare lo stesso portiere che per anni non gli rivolge più parola. Chiude poi la carriera nella Palmese nel 1960.

Nota: spesso viene riportato come Giuseppe Davino.





Torna ad inizio pagina