Domenica 21 gennaio 1968 - Foggia, stadio P. Zaccheria - Foggia-Lazio 0-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

21 gennaio 1968 - Campionato di Serie B 1967/68 - XX^ Giornata

Foggia: Moschioni, Capra, Vivian, Pirazzini, Valadè, Dalle Vedove, Montepagani, Gambino, Traspedini, Carrera, Rolla. A disp. 12° Pinotti. All. Montanari.

Lazio: Cei, Marchesi, Zanetti, Ronzon, Soldo, Governato, Fortunato, Carosi, Fava, Gioia, Morrone. A disp. 12° Di Vincenzo. All. Gei.

Arbitro: Gonella (Torino).

Note: giornata serena con vento discreto, terreno allentato e molto irregolare. Espulsi: Fortunato e Dalle Vedove. Ammoniti: Morrone e Fava. Calci d'angolo: 5-1 a favore del Foggia.

Spettatori: 15.000 circa con 8.000 paganti e 6.000 abbonati per un incasso di oltre £. 8.000.000.

Resiste a Foggia una Lazio di ferro titola Il Corriere dello Sport all'indomani della trasferta in Puglia. Un inizio sbiadito caratterizza la prima fase dell'incontro con qualche timida o velleitaria conclusione. Ci prova Traspedini da lontano, poi Vivian non ha fortuna su calcio di punizione; Carosi impegna Moschioni in una semplice parata. Alla mezz'ora il match si accende. Bella combinazione tra Morrone e Carosi che innesta Governato il cui tiro lambisce il palo. I rossoneri reagiscono e Marchesi e Ronzon devono ricorrere a tutto il loro mestiere per soffiare a Montepagani una notevole palla-goal a due passi da Cei. Sul rilancio occasionissima per la Lazio: Moschioni in versione kamikaze anticipa Gioia. Segue una mischia furiosa in area laziale, ma i tentativi di Traspedini e di Carrera s'infrangono contro la difesa biancoceleste. Partita che non conosce pause. Apertura di Carosi che supera un incerto Vivian e giunge al solitario Fortunato che dal limite dell'area spara di prima intenzione: Moschioni riesce a togliere il pallone destinato sotto la traversa. Sul corner seguente Morrone schiaccia di testa trovando l'opposizione di Capra proprio sulla linea. L'inizio della ripresa vede il Foggia caricare a testa bassa ma Rolla e Traspedini vengono arginati ancora una volta da Zanetti e compagni. Al 61' le cose si complicano per la squadra di Gei. Al termine di un prolungato dribbling Fortunato trova sulla sua strada Gambino: i due ruzzolano per terra e Gonella vede un fallo violento del laziale. Cartellino rosso malgrado le più che giustificate proteste e Lazio in dieci. Due minuti dopo la fortuna ripaga la squadra dall'ingiustizia subita. Cross di Dalle Vedove e colpo di testa di Rolla che si stampa sulla traversa; lo stesso Rolla riprende ancora di testa con tutta la porta spalancata ma alza la mira. Il Foggia insiste, ma i biancocelesti non cedono. All'80' Cei devia in angolo un tiraccio di Carrera. A due dal termine Dalle Vedove viene espulso per fallo di reazione su Zanetti. Ultimi secondi di gioco e pallone vagante nell'area piccola romana: un difensore riesce a liberare. Un punto prezioso quello colto alla Zaccheria da una Lazio tenace e orgogliosa.