Domenica 29 agosto 1971 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Roma 1-0


Stagione

Turno successivo

29 agosto 1971 - 1690 - Coppa Italia 1971/72 - Girone 6 gara 1

LAZIO: Bandoni, Facco, Legnaro, Wilson, Papadopulo, Martini, Manservisi (84' Oddi), Massa, Chinaglia (76' Fava), Nanni, Fortunato. A disposizione: Di Vincenzo, Polentes, Dolso. All. Maestrelli.

ROMA: Ginulfi, Scaratti, L.Liguori, Salvori, Bet, Santarini, Cappellini (3' La Rosa), Del Sol, S.Pellegrini, Franzot, Amarildo. A disposizione: De Min, Bertini, Mannocci, Rosati. All. H.Herrera.

Arbitro: Picasso (Chiavari).

Marcatori: 50' Chinaglia.

Note: serata calda, terreno in buone condizioni. Espulsi: Fortunato (82') e Amarildo (87'). Ammoniti: Liguori, Massa e Manservisi.

Spettatori: 70.000 circa per un incasso di £.97.816.000.

I proclami di H.H.
L'esultanza dei giocatori
Il tiro vincente di Chinaglia
Il titolo del Corsport
Dal Corsport: Titoli e foto sulla gara
Il goal della Lazio

"Sei anni dopo" titola il "Corriere dello Sport" del 30 agosto per una Lazio che torna a vincere un Derby al termine di una partita aspra e combattuta. I biancocelesti scendono in campo concentrati e nella formazione tipo mentre i giallorossi sono privi di diversi titolari e nervosi per la disfatta (2-6) nell'ultima amichevole disputata a Cesena. Al 2' Cappellini dopo un tiro fuori s'infortuna per un impatto con Papadopulo ed è costretto a lasciare il campo. Si fa viva la Lazio con una bella girata di Chinaglia fuori di poco e quindi un goal dell'attaccante viene annullato per un fallo di mani da lui stesso commesso. Al quarto d'ora i romanisti prendono con decisione il comando del gioco cominciando a martellare la difesa avversaria. Al 16' una fucilata di Pellegrini, al 18' una girata di Franzot e quindi un imperioso colpo di testa di Amarildo vengono parati da tre interventi formidabili di Bandoni. Alla mezz'ora una rovesciata di La Rosa, che è subentrato a Cappellini, sfiora la traversa. Solo al 39' una punizione senza esito di Chinaglia alleggerisce la pressione della Roma. A tre minuti dal termine un acrobatico intervento di Wilson spezza un pericoloso duetto in area di La Rosa e Pellegrini.

Si va negli spogliatoi con una Roma che ha marcato una netta supremazia per una manovra più razionale e per una maggiore spinta agonistica. Alla ripresa del gioco ancora un pericolo per la porta laziale con un tiro a parabola di Amarildo alto di poco. Al 50' giunge inaspettato il vantaggio della squadra di Maestrelli. Su cross dalla destra di Manservisi, indirizzato verso Massa, Bet è in netto anticipo, ma liscia clamorosamente il pallone che giunge così docile a Chinaglia che non si lascia certo pregare e fulmina in rete.

Roma in confusione e Lazio in avanti per assestare il colpo del KO. Fortunato scalda i guantoni di Ginulfi e lo stesso Long John imperversa con le sue sgroppate a cui uno stralunato Bet non sa opporsi. Ma la Roma si scuote e reagisce. Al 62' Bandoni ritorna in cattedra respingendo di piede un tiro da breve distanza dello scatenato La Rosa. Poco più tardi il pareggio sembra cosa fatta quando Pellegrini calcia a colpo sicuro, ma in questo caso è Wilson in volo e di testa a salvare sulla linea di porta. AL 73' Amarildo cade in area di rigore, ma Picasso lascia continuare tra le proteste giallorosse. Un minuto più tardi chiude gli occhi per un macroscopico atterramento di Chinaglia nell'area avversaria. La partita s'infiamma e iniziano i colpi proibiti che portano negli spogliatoi anzitempo prima Fortunato e quindi Amarildo.

Finisce così il Derby tra il tripudio dei tifosi della Lazio e in curva Nord si assiste ad una fiaccolata che non si vedeva da anni. La Lazio inizia nel migliore dei modi la nuova stagione, la Roma si rammarica del verdetto del campo, per le numerose occasioni mancate e per aver trovato di fronte un portiere come Bandoni autore di almeno quattro interventi fantastici, al limite dell'impossibile.

Galleria di immagini: