Ghio Gian Piero


Gian Piero Ghio

Attaccante, nato ad Agna (PD) il 28 gennaio 1944.

Dopo una lunga gavetta fatta tra Sampdoria, con la quale esordisce in serie A, Vis Sauro e Monza esplode in serie C con l'Avellino nel 1967/68 (29 presenze e 20 reti, capocannoniere del girone C) e l'anno dopo viene acquistato dalla Lazio che allora era tra i cadetti. Si conferma attaccante prolifico e con i suoi 10 goals contribuisce molto alla risalita dei biancocelesti in serie A. Nella massima serie fa ancora due buoni anni, il primo ancora nella Lazio (con 5 reti) e il secondo nel Napoli, finché non viene acquistato dall'Inter che cerca una riserva di Boninsegna. Non gioca molto (9 presenze ed una rete in campionato) ma è l'autore, con un tiro al fulmicotone, del quarto goal dell'Inter al Borussia (4-2) in Coppa dei Campioni. Dopo un anno di Inter, passa all'Atalanta quindi due stagioni con il Novara, Juniorcasale, Brescia e Pro Cavese nel 1977/78. Veloce, intelligente e opportunista era leggermente carente in agilità. Con la Lazio colleziona 62 partite e 15 reti, nei campionati 1968/69 e 1969/70. Allena successivamente Ternana, Alessandria, Cosenza, Salernitana, Pavia, Mantova, Giarre, Spezia.






Torna ad inizio pagina