Il Ritiro 1947


Stagione

Ritiro47.jpg

La Lazio del tecnico Cargnelli trascorre la seconda metà del mese d'agosto in Umbria. E' la seconda volta dalla fine della guerra che la società porta gli atleti in questa regione per la preparazione estiva. La località scelta è Monteluco, nei pressi di Spoleto, proprio dove sorge l'eremo di Sant'Antimo. La comitiva è giunta con un traballante pullman verdognolo che non sembra dare molto affidamento. La parte atletica viene svolta a Monteluco, mentre gli allenamento con il pallone e le partitelle interne si effettuano sul campo della squadra dello Spoleto. Gli allenamrnti svolti dal tecnico sono particolarmente duri e molta importanza viene data alla preparazione atletica. Nella prima fase di ritiro sono presenti pochi giocatori, mentre gli altri e i nuovi acquisti giungeranno in un secondo tempo. Gli ultimi quattro giorni di ritiro vengono svolti a Narni. Il soggiorno umbro durerà fino al 27 agosto. Poi la preparazione e le prime amichevoli saranno svolte al campo della Rondinella, dove Cargnelli detterà gli schemi, farà integrare i nuovi acquisti e affinerà la tattica.