Mancini Abilio


Abilio Mancini
Abilio Mancini
La tessera personale della Lazio di Abilio Mancini

Attaccante, nato a Roma il 24 febbraio 1940.

Iniziò nel 1953 nel Don Orione di via della Camilluccia, squadra che partecipava al campionato del Centro Sportivo Italiano, categoria ragazzi. Con lunghi allenamenti imparò a calciare, lui destro naturale, con il piede mancino e fu schierato all'ala sinistra. Con la squadra orionina sfiorò per due volte il titolo italiano di categoria nelle stagioni 1955/56 e 1956/57, arrivando al secondo posto. Notato da Giampiero Boniperti, responsabile del settore giovanile della Juventus, fu acquistato dai bianconeri. Al trasferimento a Torino si opposero i genitori che vollero che il ragazzo terminasse gli studi di Ragioneria. Nella stagione 1957/58 il Don Orione si aggiudicò finalmente il campionato italiano e Abilio risultò vicecannoniere con 32 reti. Solo uno sfortunato sorteggio con la monetina impedì alla squadra di bissare il titolo anche nella stagione successiva.

Fulvio Bernardini lo volle alla Lazio nella stagione 1959/60. I biancocelesti giunsero secondi nel Campionato De Martino dietro alla Fiorentina e Abilio fu convocato per il Torneo di Viareggio e per il Torneo di Grasse in Francia. Quest'ultima competizione, molto prestigiosa a livello giovanile, fu vinta proprio dalla Lazio. In seguito il giocatore fu dato in prestito al Città di Castello e poi al Ronciglione. Nel 1964 Mancini fu assunto dall'Alitalia e giocò fino al suo scioglimento, nel 1967, nella squadra della compagnia di bandiera. Nel 1968 militò nell'Ostiense fino a maggio. In questo mese l'Alitalia lo trasferì in Zambia per lavoro e Abilio giocò prima nella locale squadra del Chelston United in "C" e poi, a ottobre, nel Lusaka Tigers militante nel campionato di serie A. E' l'unico calciatore italiano ad aver giocato nel massimo campionato dello Zambia. Rientrato in Italia nel 1971 giocò nell'Ostiense, di nuovo nel Don Orione e nel Monte Mario, dove ritrovò come allenatore il vecchio amico della Lazio Luigi Fuin. Nel 1985 l'Alitalia lo trasferì in Zimbabwe. Qui allenò la squadra dell'Air Zimbabwe che passò dalla 4^ Divisione alla serie B nel 1990.



Palmares



Torna ad inizio pagina