Martedì 1 gennaio 1929 - Roma, stadio del P.N.F. - Rappresentativa Romana-Hungaria 3-4


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

1 gennaio 1929 - Amichevole

RAPPR. ROMANA: Sclavi (Lazio), Corbions (Roma) (dal 46' Canestri (Lazio) e dal 60' Ferraris (IV) (Roma)), Bottacini (Lazio), Ferraris (IV) (Roma) (dal 46' Degni (Roma)), Bernardini (Roma), D’Aquino (Roma), Benatti (Roma), Fasanelli (Roma), Volk (Roma), Pardini (Lazio) (dal 46' Lamon (I) (Lazio) ), Chini (Roma).

HUNGARIA: Ujvari; Mandl, Kocsis; Rebro, Weber, Schneider; Haar, Molnar, Schwareg, Hirzer, Opata.

Arbitro: Sig. De Santis di Roma.

Marcatori: 7’ Hirzer, 16’ Hirzer, 21’ Molnar, 29’ Fasanelli, 60’ Hirzer, 75’ Bernardini (rig.), 77’ Chini

Note: al 60' Canestri, in un contrasto con Hirzer, riportava la rottura dei legamenti esterni del ginocchio destro

È stato un match accanito dal quale è esulata la tecnica per dar posto essenzialmente al combattimento. L’intera partita si è giocata sotto la pioggia e su un terreno pessimo, sul quale era difficile stare in equilibrio, gli ungheresi inoltre adottavano un gioco pesante, a volte anche violento e l'arbitro è risultato assolutamente insufficiente. L'Hungaria è riuscito a sorprendere la difesa romana nella prima parte del match assicurandosi un vantaggio determinante con passaggi velocissimi e smarcanti, i migliori degli ungheresi senz'altro i mediani laterali Hirzer e Molnar, scorrettissimo invece il terzino Kocsis; negli italiani, privi dell’ottimo Barzan, indisposto (ma perché non schierare l'ottimo Caimmi?), Lamon, subentrato nel secondo tempo, Fasanelli e Bernardini. Incidenti a Corbions e Canestri.





Torna ad inizio pagina