S.P.Lazio sezione Frascati


L'articolo del Messaggero del 26/07/1906
L'articolo del Messaggero del 28/08/1906 sulle elezioni delle cariche sociali
Frascati in una cartolina del 1906
Una rara fotografia della Sezione di Frascati
Il nome di Paolo Micara tra i caduti nella Grande Guerra

Nella primavera-estate del 1906 intercorsero i primi contatti tra la S.P. lazio e alcuni residenti a Frascati, interessati ad innestare la pratica del podismo e del football nella loro cittadina. Come risultato dei colloqui, il 26 luglio si costituì una sezione della Società Podistica Lazio. Presidente Alessandro Lippi, segretario Armando Senzacqua, direttore sportivo Giulio Garettoni. Saputo del positivo esito, il presidente della Lazio, Comm. Fortunato Ballerini, il 30 luglio guidò una comitiva di soci-atleti su per la via Tuscolana. Proprio in quell'anno venne inaugurata la linea tramviaria per Roma ed i Castelli Romani che collegava Frascati con Grottaferrata dove si poteva prendere un treno verso Roma o verso la cittadina di Marino.

I rappresentati della consorella laziale (si era tutti, ormai, della stessa famiglia biancoceleste) furono accolti a Frascati dal sindaco in persona. Ci fu un brindisi d’augurio al palazzo municipale. Quindi si svolsero, sul viale della Passeggiata, alcune prove di velocità da parte di due campioni: Pericle Pagliani, eccezionale corridore nativo di Magliano Sabina, e Roberto Penna, un piemontese fortissimo sulle corte distanze e che aveva appena vinto le selezioni per la partecipazione alle Olimpiadi “fuori serie” di Atene. L’esibizione fu applaudita dal pubblico, curioso di tutto, e dai soci della S.P. Lazio di Frascati, tra cui citiamo i signori: Carletti, Favoli, Taffettani, Frascatani e Robini. Sarebbero dovuti trascorrere, tuttavia, più di due anni prima che una regolare squadra di football si venisse a formare all’ombra del campanile di S. Rocco. Nel marzo del 1909, al Campo di Makallè, cominciarono gli allenamenti. Furono proficui questa volta, perché già in autunno si riuscì ad organizzare un torneo denominato Coppa Tuscolo. Il trofeo venne vinto dalla Lazio di Frascati su una selezione della Lazio di Roma, al termine di un match combattuto e infiorato di “promesse”. Il mancato riconoscimento della vittoria da parte della casa madre acuì nei giorni successivi il dissidio, fino a farlo sfociare, nel marzo 1910 in una minaccia di scissione. Non sappiamo se il distacco, e poi lo scioglimento della Società, effettivamente avvennero. Ma da quel 1910 si persero le tracce della S.P.L.F. Presidente del sodalizio era, all’epoca, Flavio Giorgetti, che si avvaleva della collaborazione di Alfredo Spitoni e del direttore sportivo Paolo Micara. Lo stesso Micara purtroppo, morirà di malattia a Cividale Del Friuli durante la Grande Guerra l'ultimo giorno dell'anno 1915.

(tratto dal libro Racconti di sport di Roma e del Lazio)

Come accennato sopra la sezione della S.P.Lazio a Frascati si costituisce il 26 luglio 1906. E' la prima sezione fuori città del sodalizio biancoceleste. Il primo organigramma vede:


Nelle elezioni del 27 agosto dello stesso anno si aggiunsero: