Storia della Lazio


La copertina del libro

Autore: Mario Pennacchia

Titolo: Storia della Lazio

Anno: 1969

Casa editrice: Corriere dello Sport

Pagine: 320

Costo: £. 1.000

Recensione: Questo libro è considerato la "bibbia" del tifoso Laziale. E' la prima vera Storia del sodalizio Biancoceleste che l'autore ha scritto intervistando molti dei pionieri, all'epoca ancora in vita. Il libro fu aggiornato negli anni successivi fino al compimento del centenario. In un incontro con l'autore, nel 2014, Pennacchia ci ha raccontato la genesi del libro. Nel 1967 era uscito un libro sui 40 anni della Roma, e l'editore aveva chiesto a Pennacchia di farne uno sulla Lazio. Il giornalista, allora al Corriere dello Sport fu da prima riluttante, poi accettò. Ma la casa editrice fallì e il progetto rimase nel cassetto. Fu proprio l'editore del Corriere dello Sport a riprendere il progetto e darlo alle stampe. Fu un successo di vendite. Altresì ricorda Pennacchia che appena saputo che avrebbe dovuto scrivere il libro si affidò a Olindo Bitetti per cercare di ricostruire fedelmente i tanti episodi di vita biancocelesti. Bitetti entusiasta lo andò a prendere con la sua Fiat 1100 e per un intero giorno gli fece fare il giro di Roma toccando tutti i posti storici (Piazza della Libertà, Ponte Margherita, Piazza d'Armi) e raccontando centinaia di aneddoti. In quel momento nacque il libro.

Nel 1974, in occasione della vincita dello scudetto, il libro fu riproposto con i necessari aggiornamenti. Fu pubblicato nel maggio 1974 per celebrare il primo scudetto con il titolo LAZIO CAMPIONE D'ITALIA, editrice E.R.S.I. L'edizione fu presentata in formato gigante (cm. 50 X 30), con inserita una litografia che il grande pittore e tifoso laziale Domenico Purificato volle dedicare alla vittoriosa squadra di Maestrelli. Fra le altre illustrazioni: la formazione campione e l'Olimpico in festa (cm. 100X60) su doppia pagina e quelle di Piola e Chinaglia su una pagina intera. Furono pubblicate soltanto 100 copie numerate che vennero vendute in una settimana nonostante il prezzo di 100 mila lire. La richiesta fu talmente forte che ne furono subito stampate altre 500 copie a prezzo popolare con la fotocopia della litografia.

La copertina del libro