Todeschini Paolo


Paolo Todeschini

Centrocampista ed allenatore, nato a Milano il 22 settembre 1920, ivi deceduto il 30 marzo 1993.

Cresciuto nel Milan, milita successivamente nel Bologna. Viene acquistato dalla Lazio dall'Atalanta nel 1948 e disputa una stagione in maglia biancoceleste. Nel 1949 viene ceduto al Napoli, quindi milita nel Palermo, Monza, Mantova.

Con la Lazio colleziona 15 presenze in Campionato.

Nel 1960 guida la nazionale olimpica azzurra ai Giochi di Roma, quindi il Milan (1960/61). Nella stagione 1961/62, con la Lazio in Serie B, diventa allenatore della squadra, chiamato dal presidente Massimo Giovannini in sostituzione dell'inglese Carver, ma dopo una sconfitta contro la Lucchese viene sostituito da Ricciardi. Dopo aver allenato successivamente Cosenza, Pro Patria, Messina, Sorrento, Entella e di nuovo Sorrento, rimane fuori del calcio per diversi anni prima di concludere la sua carriera allenando la Nazionale italiana Femminile dal 1981 al 1983.

Complessivamente allena la Lazio in campionato per 21 partite riportando 7 vittorie, 10 pareggi e 4 sconfitte. Laureato in Architettura, alterna l'attività di giocatore e allenatore con quella di scultore ed espone le sue opere, molte di tema sportivo (tra le quali il busto di Meazza allo stadio di San Siro), in numerose gallerie d'arte.





Torna ad inizio pagina