21 Gennaio 1974

Da LazioWiki.

Se l'aggancio aveva portato un po' di paura, il nuovo distacco ha ridato serenità e fiducia al giocatori della Lazio, Ora tutti, o quasi tutti, sono convinti di « essere i più forti ». Ne è convinto anche Maestrelli, che fino a ieri mattina era tra i più prudenti. A rendere euforici i biancoazzurri ha cooperato in buona parte la caduta della Juventus a Firenze. A questo proposito Maestrelli dice: « Non credevo proprio che i campioni perdessero. Invece è successo. Per questo sono pienamente felice ». Non è un giudizio tecnico, ma chi può parlare di tecnica in un momento di tanta euforia? Il discorso continua sulle possibilità della Lazio, che nel girone di ritorno dovrà andare In trasferta a Milano (due volte), a Napoli, a Firenze e a Torino contro i granata. Chiediamo all'allenatore cosa prevede di conquistare a Firenze contro una Fiorentina cosi lanciata. Maestrelli risponde: « Andremo a Firenze fra qualche mese, e forse allora la situazione di classifica sarà diversa ». Parliamo della Lazio « dopo Foggia ». Il pensiero del tecnico è appena accennato: « Importante per noi era vincere. E' andata meglio del previsto, perché al nostro successo ha fatto riscontro la caduta dei nostri avversari diretti. Qualcosa nel nostro gioco non ha funzionato alla perfezione, ma sono egualmente soddisfatto. Le sono in modo particolare per l'esperienza fatta dal giovane Inselvini. Re Cecconi dà un altro tono al gioco della squadra, ma Inselvini lo ha sostituito bene, e questo è importante ». Il calendario con i suoi molteplici impegni metterà mercoledì Lazio e Juventus di fronte per una gara valevole per i turni finali della Coppa Italia. Potrebbe essere uno « scontro-prova » in attesa del match importantissimo in programma sempre allo stadio Olimpico il 17 febbraio, match valido per il campionato. Probabilmente, però, si tratterà di una gara di interesse limitato. Sostiene Maestrelli: Decideremo domani dopo un controllo medico, ma forse risparmierò alcuni titolari per averli in piena efficienza più avanti nel torneo. Non chiedetemi chi saranno . In pratica, la Lazio rinuncia alla Coppa Italia per puntare tutto sul campionato. Maestrelli conferma: « A questo punto è giusto guardare più in alto ». E' opinione generale che possano rimanere a riposo Martini, Frustalupi e D'Amico. Il rientro di Petrelli per fine squalifica annullerebbe i rischi della rinuncia a Martini. Per il posto di Frustalupi è pronto Ferruccio Mazzola, che da tempo scalpita tra le riserve; Franzoni sarebbe ala sinistra invece di D'Amico. Sono ipotesi, non notizie. Di certo, si sa che Wilson e Chinaglia hanno chiesto di giocare. Chinaglia dice: « A questo punto non possiamo fare una brutta figura contro la Juventus ». Wilson completa il pensiero del compagno: « Sono in gioco il nostro prestigio e le nostre aspirazioni alla maglia azzurra ».

Intanto stamane tutta la polisportiva è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica S.E. Giovanni Leone che si è piacevolmente intrattenuto a conversare con tutti i presenti.