Botteri Giovanna

Da LazioWiki.

G. Botteri.jpg

Nata a Trieste il 14/06/1957. Iscritta all'albo dei giornalisti professionisti dal 25/05/1990. Si è laureata in filosofia con il massimo dei voti, ottenendo un dottorato in storia del cinema alla Sorbonne di Parigi. Ha collaborato con “Il Piccolo” di Trieste e “l’Altoadige” di Bolzano. Assunta alla redazione esteri dal TG3 Rai nel 1989, ha collaborato con Santoro a Samarcanda, ed ha poi coperto come inviata la crisi balcanica in tutte le sue tragiche vicende (lei che è di madre montenegrina). Assieme a Miran Hrovatin, ucciso a Mogadiscio nel 1994, ha filmato l’incendio della biblioteca nazionale di Sarajevo, la strage del pane e quella del mercato che portò all’intervento Americano, la fuga da Sebrenica e le fosse comuni. È stata poi in Albania a documentare la rivolta di Valona, in Kosovo dai primi massacri dell’89 fino alla guerra, entrando con i primi blindati dell’esercito italiano a Pec’ e scoprendo gli eccidi ed i morti. Nel 1991 fu a Mosca durante il tramonto dell’era Gorbaciov e poi in Algeria, Iran, Sudafrica e anche Afghanistan, fino al crollo del regime talebano. Infine, molte volte è stata in Iraq, quando Saddam aprì le prigioni nell’ottobre del 2002 per le ispezioni ONU e poi durante la guerra e i bombardamenti, che filmò per prima il 20 marzo 2003, fino all’arrivo dei carri armati americani. Attualmente è la corrispondente del TG 3 dagli U.S.A. Giovanna Botteri ha sempre manifestato apertamente il suo appassionato tifo per la Lazio, dichiarando che quando è all'estero per motivi lavorativi si tiene in costante contatto radiofonico con la redazione del TG3 per conoscere il risultato della partita che vede coinvolta la Lazio.