Domenica 23 maggio 1982 - Montecatini - Lazio-Torino 1-1 (d.t.s.) - 5-4 (d.c.r.)

Da LazioWiki.

LAZIO: Di Benedetto, Calisti, Sciarpa, De Angelis, Benini, Carlettini (115' Marrucco), Viviani, Perinelli, Scorza (48' Magro), Amodio, Surro.

TORINO: Moro, Restelli, Francini, Rossi, Cravero, Esposito, Zennaro (63' Tosoni), Spagnolo, Comi, Colapietro, Panero (83' Mozzone).

Arbitro: Borghesi di Rimini.

Marcatori: 5' Comi, 14' Viviani.

NOTE: Rigori: per la Lazio a segno Perinelli, Amodio, Viviani, Surro (ha sbagliato De Angelis); per il Torino a segno Spagnolo, Colapietro e Cravero (hanno sbagliato Comi e Mozzone).

E' stato Surro a decidere questa complicata qualificazione della Lazio per la semifinale del campionato Primavera. Uno "spareggio" assurdo e cervellotico tra due delle cinque squadre vincitrici dei rispettivi gironi e che si è protratto fino all'ultimo calcio di rigore, realizzato come detto con freddezza dal più esperto dei ragazzi biancocelesti. La partita, equilibratissima e brillante sul piano tecnico (c'è chi l'ha definita l'autentica finale, visto che il Torino aveva staccato nel proprio gruppo la Juventus addirittura di 15 punti), è stata caratterizzata dal botta e risposta iniziale tra Comi e Viviani. Dopo una breve sassaiola scoppiata tra i supporter laziali e quelli della Sampdoria, di passaggio alla stazione di Montecatini, tutto è filato liscio sugli spalti e in campo. Ai rigori decisivo il palo di Comi, mentre sia Mozzone che De Angelis hanno calciato alto. Emozionato fino alle lacrime il presidente Casoni per questa bella vittoria che fa sperare la Lazio nella doppia semifinale contro l'Avellino.