Domenica 29 marzo 1970 - Napoli, stadio San Paolo - Napoli-Lazio 1-1

Da LazioWiki.

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

29 marzo 1970 - 1637 - Campionato di Serie A 1969/70 - XXVI giornata

NAPOLI: Zoff, Monticolo, Pogliana, Zurlini, Nardin, Cavallino, Canzi, Juliano, Manservisi, Improta, Barison. A disp. Trevisan, Oliva. All. Chiappella.

LAZIO: Di Vincenzo, Papadopulo, Wilson, Massa, Polentes, Marchesi, Morrone, Mazzola (II), Chinaglia, Ghio, Fortunato. A disp. Fiorucci, Oddi. All. Lorenzo.

Arbitro: Gonella (Torino).

Marcatori: 16' Chinaglia, 35' Manservisi.

Note: cielo coperto con leggero vento longitudinale, terreno in discrete condizioni. Ammonito Di Vincenzo per ostruzionismo. Calci d'angolo: 6-4 a favore della Lazio.

Spettatori: 55.000 circa con 5.453 paganti e 47.000 abbonati per un incasso di £.11.909.800.

Dal Corriere dello Sport: alcune foto della gara
Il goal del vantaggio di Chinaglia
Chinaglia e Improta lasciano il terreno di gioco
Una parata di Di Vincenzo
Massa, Wilson e il napoletano Cavallino

Una bella partita quella del San Paolo tra un Napoli che schiera diversi giovani promettenti e una Lazio che conferma il suo ottimo stato di salute. Governato è assente poiché la sera prima, nel ritiro di Sorrento, è stato investito da un'automobile, per fortuna senza gravi conseguenze. La Lazio passa al 16' con un'azione impostata da Massa e rifinita da Morrone che smista a Mazzola (II) il quale crossa al centro: Chinaglia si avvita a terra e di testa devia imparabilmente alle spalle di Zoff. Per il centravanti è il decimo sigillo in Campionato, niente male per un ragazzo di 23 anni che appena un anno prima calcava i campi polverosi della serie C. La partita s'infiamma e al 31' Fortunato, che giganteggia, sfiora il palo con un gran tiro al volo. Il Napoli reagisce sotto l'abile regia di un "Totonno" Juliano particolarmente ispirato e perviene al pareggio quattro minuti più tardi. Improta salta Massa e serve Manservisi che al limite dell'area lascia partire un bel sinistro rasoterra su cui Di Vincenzo, coperto da alcuni compagni, non arriva. Dopo un'altra occasione per i partenopei è ancora Fortunato a rendersi pericoloso al termine di una vertiginosa azione personale con tiro di poco alto. Nella ripresa la partita cala in ritmo e in tensione e la più nitida occasione da rete capita a Chinaglia a tre minuti dal termine. Fortunato con una verticalizzazione stupenda mette "Giorgione" dinanzi a Zoff che esce alla kamikaze: il bomber che potrebbe calciare arresta il piede e salta cavallerescamente il portierone azzurro. Applausi del pubblico napoletano per Chinaglia, di cui non si dimentica la militanza nell'Internapoli, e quindi 180 secondi dopo per tutti i ventidue protagonisti dell'incontro.