30 luglio 2012 - La presentazione della maglia 2012/13


La maglia "Home" della stagione 2012/13 (da sslazio.it)
La maglia "Away" della stagione 2012/13 (da sslazio.it)
La "terza maglia" della stagione 2012/13 (da sslazio.it)
Federico Marchetti, Hernanes, Miroslav Klose e Modibo Diakite indossano le maglie per la stagione calcistica 2012/13
Antonio Candreva e Miroslav Klose con la nuova maglia "Home"
Federico Marchetti e la nuova divisa
Juan Pablo Carrizo, Alessandro Berardi, Federico Marchetti
Calciatori biancocelesti con la seconda maglia
Calciatori biancocelesti con la terza maglia
André Dias, Modibo Diakite e Abdoulay Konko
Miroslav Klose firma autografi ai tifosi
I difensori con la maglia bianca
I centrocampisti con la maglia nera
Gli attaccanti con la maglia celeste
Corrsport del giorno dopo

Stagione


Dal sito ufficiale della S.S. Lazio:

Sono state presentate oggi, presso il Centro Sportivo di Formello, le maglie ufficiali della S.S. LAZIO per la stagione 2012/2013, prodotte da MACRON, azienda italiana di abbigliamento sportivo, nuovo sponsor tecnico del club capitolino per le prossime 5 stagioni. La presentazione è stata trasmessa in diretta streaming su www.sslazio.it e sul canale ufficiale Youtube. La maglia Home si lega alla tradizione del club presentando il classico colore celeste interpretato con caratteristiche tecniche e stilistiche innovative studiate apposta da Macron e dal Club per valorizzare al meglio il senso di appartenenza. A cominciare dallo scudetto serigrafato sul fianco destro, tono su tono, un'elegante caratterizzazione stilistica che rende ancora più "ricercata" la nuova maglia. La maglia Away si distingue subito per il colore dominante: il nero, una scelta stilistica che evidenzia ancora di più il celeste, il colore della squadra che si ritrova nei numeri e in alcuni particolari. Comune ad entrambe le maglie è la vestibilità "body fit", grazie ad uno speciale tessuto elastico che, aderendo al corpo, consente ai giocatori di muoversi liberamente riducendo gli attriti, mantenendo la giusta pressione muscolare, minimizzando il dispendio fisico-energetico e lasciando traspirare la pelle, esaltando e valorizzando, inoltre, la fisicità e la muscolatura dell'atleta.

Gli elementi innovativi derivano da un ulteriore sviluppo da parte dell'azienda Macron, sia dal punto di vista di design che di innovazione tecnologicae riguardano gli inserti laterali e nel retro collo in micromesh per agevolare la traspirazione nei due punti più critici, gli spacchetti laterali con tassello triangolare in maglieria che richiama la maglieria del collo a polo. Per quel che riguarda gli shorts, saranno più corti davanti per rispondere ad un giusto mix di motivi stilistici e tecnici (per favorire il movimento del calciatore, grazie anche allo spacchetto triangolare con tassello in maglieria che segue elasticamente l'estensione della gamba). Il pantaloncino sarà anche arricchito di un'etichetta cucita sulla cintura, tessuta con il nome del Club. Una novità introdotta per rimarcare il ruolo storico del Club che farà piacere a tutti i tifosi biancocelesti, è un particolare backneck inserito sulle maglie: all'interno del colletto, l'etichetta taglie sarà impreziosita da una scritta stampata a caldo contenente lo scudetto e la frase "La prima squadra della capitale". La grafica dei nomi e dei numeri si sposa perfettamente con la costruzione geometrica della maglia in un insieme molto equilibrato. Nomi e numeri vengono proposti in chiave moderna con un effetto "perliscenza" che ha una funzione di "filigrana" per assicurarne l'autenticità. Infine, il logo Lazio è intagliato sulla parte bassa del numero.

Per quel che riguarda la terza maglia, di colore bianco, l'ispirazione deriva dalle maglie della Lazio degli anni '70. A differenza delle prime due maglie, il colletto è in stile girocollo e lo scudetto è "embossato" cioè è realizzato in bassorilievo tramite pressatura a caldo sul retro della maglia. Le maglie ufficiali saranno disponibili da agosto presso i punti vendita Lazio Style e i rivenditori autorizzati Macron, prima con la maglia Home e a seguire con tutta la collezione.


Dal Corriere dello Sport:

Lotito: "Lazio competitiva. Petkovic non è mago Zurlì". Il presidente del club biancoceleste: "Quest'anno non abbiamo venduto nessuno anche se ci sono arrivate diverse richieste. Non devo fare annunci sul giornale, non siamo piazzisti, ma sappiamo dove indirizzare i nostri sforzi".

Era il giorno della presentazione ufficiale delle nuove maglie, prima dell'inizio della seconda fase del ritiro estivo che prenderà il via stasera a Fiuggi, e in tanti, circa tremila tifosi, hanno salutato la Lazio targata Vladimir Petkovic e Macron. Per l'azienda d'abbigliamento bolognese, che vestirà la società capitolina per le prossime cinque stagioni, oggi si trattava di un debutto e, dalla risposta ricevuta dai supporter che riempivano la tribuna del campo all'interno del centro sportivo di Formello, sembra aver colto nel centro. Le tre maglie, infatti, sembrano soddisfare i gusti dei tifosi laziali, solleticando i bei ricordi della storia ultracentenaria del club. La prima maglia, quella per le partite casalighe, si lega alla tradizione della società presentando il classico colore celeste, l'aquila sul petto, il colletto bianco e, sotto, la scritta S.S. Lazio 1900. In quella per le trasferte, invece, è il nero il colore dominante rotto da una banda orizzontale celeste. La terza maglia ricorda poi quella utilizzata fuori casa nella stagione dello scudetto degli anni '70. "Con la Puma è stato un matrimonio fantastico durato ben 14 anni, che ci ha dato tantissimi successi. Con la Macron iniziamo un nuovo percorso e abbiamo cercato di creare un prodotto innovativo ma che ricordi il più possibile la nostra storia e le nostre tradizioni. Sempre con lo stile e l'eleganza che ci contraddistingue", ha riconosciuto il responsabile del marketing Marco Canigiani, in conferenza stampa prima che l'intera rosa indossasse il lavoro degli ultimi mesi dinanzi ai supporter.

"Speriamo di vincere con questa maglia addosso tante partite", è il coro unanime dei calciatori biancocelesti anche oggi acclamati dai propri tifosi. Soprattutto Miroslav Klose, che dal pomeriggio si è aggregato ufficialmente al gruppo dopo le vacanze post-Europeo. Poi a Formello ha fatto il suo arrivo anche il presidente Claudio Lotito che non ha tradito le sue doti di oratore. Il patron ha parlato di tutto: dalle nuove maglie - "abbiamo fatto un buon lavoro. Con Macron possiamo creare un polo di riferimento, di moda, tendenza e vita quotidiana-, al mercato biancoceleste. "La Lazio è già competitiva e l'ha già dimostrato negli ultimi due campionati - ha sottolineato - e quest'anno non abbiamo venduto nessuno anche se ci sono arrivate diverse richieste". Lotito, però, non si è sbilanciato sui prossimi arrivi. "Non devo fare annunci sul giornale, non siamo piazzisti, ma sappiamo dove indirizzare i nostri sforzi", ha assicurato. Il presidente non si è mostrato neppure spaventato dal doppio passo falso con Siena e Torino con cui si è concluso il ritiro di Auronzo di Cadore. "Sembra sia successa un'ecatombe - le sue parole - La squadra deve essere consapevole delle proprie potenzialità. Petkovic? Non è mago Zurlì. Ha una massa di giocatori importanti e deve capire quali impiegare. Se compro deve essere qualcuno superiore ai giocatori che già ci sono", ha poi ribadito.


Sempre dal quotidiano sportivo romano:

Stile ed eleganza. Le nuove maglie, il materiale tecnico e anche una nuova linea di abbigliamento sportivo per donne e bambini che presto potrà essere commercializzata attraverso i punti vendita Lazio Style. Questi i criteri che hanno guidato Lotito nella scelta della Macron, azienda bolognese, nuovo sponsor tecnico che subentra alla Puma dopo 14 anni. Gianluca Pavanello, l'amministratore delegato, era entusiasta. Contratto sino al 2017. "Per noi la Lazio è una grande occasione". La Macron veste in serie A anche Bologna e Napoli. All'estero il West Ham e tanti altri club tra Inghilterra, Spagna e Portogallo. Marco Canigiani, direttore del marketing, lo ha ringraziato. "Di solito servono 6 mesi per realizzare le maglie. Hanno bruciato i tempi, consentendoci di partire con la vendita già all'inizio di agosto". Sul campo la Lazio ha svelato le nuove divise. La maglia Home si lega alla tradizione del club presentando il classico colore celeste interpretato con caratteristiche tecniche e stilistiche innovative studiate per valorizzare al meglio il senso di appartenenza. Scudetto serigrafato sul fianco destro, un'elegante caratterizzazione stilistica che rende ancora più ricercata la nuova maglia. La maglia Away si distingue subito per il colore dominante: il nero, scelta stilistica che evidenzia ancora di più il celeste. Comune ad entrambe le maglie è la vestibilità body fit, grazie ad uno speciale tessuto elastico: ridotto l'attrito. Una novità introdotta per rimarcare la storia è un particolare inserito sulle maglie: all'interno del colletto, l'etichetta taglie impreziosita da una scritta stampata a caldo contenente lo scudetto e la frase "La prima squadra della capitale". Per quel che riguarda la terza maglia, bianca, l'ispirazione deriva dalle maglie della Lazio anni 70.


Dal sito dell'Agi:

Sono state presentate oggi, presso il Centro Sportivo di Formello, le maglie ufficiali della Lazio per la stagione 2012/2013, prodotte da Macron, nuovo sponsor tecnico del club capitolino per le prossime 5 stagioni. La maglia Home si lega alla tradizione del club presentando il classico colore celeste interpretato con caratteristiche tecniche e stilistiche innovative studiate apposta da Macron e dal Club per valorizzare al meglio il senso di appartenenza. A cominciare dallo scudetto serigrafato sul fianco destro, tono su tono, un'elegante caratterizzazione stilistica che rende ancora più "ricercata" la nuova maglia.


Il banner sull'evento presente sul sito di Macron.com



Torna ad inizio pagina