Cruz Julio Ricardo


Julio Cruz
Julio Ricardo Cruz
La dedica di Cruz a LazioWiki

Attaccante, nato a Santiago del Estero (Argentina) il 10 ottobre 1974.

Giunge alla Lazio nell'estate del 2009, a fine luglio, svincolato dall'Inter. E' soprannominato "El Jardinero" (il giardiniere). L'argentino spiega così l'origine di tale soprannome: "Eravamo 3-4 giocatori degli Allievi. Alla fine dell'allenamento mi mettevo sempre a giocare con un tagliaerba, per divertimento. Qualcuno l'ha visto e dopo il gol contro il Boca Juniors, quando tutti hanno iniziato a chiedersi 'Chi è quel ragazzino?', hanno cominciato a chiamarmi cosi". Cominciò a giocare a livello giovanile nel Club Atletico Temperley di Buenos Aires. Sempre a livello giovanile militò poi nell'Atletico Banfield dove, nella stagione 1993/94, esordì in prima squadra. Proprio all'inizio di quella stagione era stato acquistato dall'Everton, ma, non sentendosi a suo agio, aveva immediatamente fatto ritorno in patria. Nella squadra del Banfield rimase fino al 1996 e totalizzò 65 gare e 16 reti. Nel 1997 venne acquistato dal River Plate e vi rimase per una stagione conquistando due Campionati (Apertura e Clausura) e giocando 29 partite con 17 reti. Nel frattempo fu convocato nella Nazionale argentina e totalizzò, in totale, 3 reti in 22 incontri. Gli Olandesi del Feyenoord Rotterdam lo acquistarono nell'estate del 1997. In questa squadra giocò per tre stagioni e in 86 partite complessive segnò 44 reti. Vinse anche un Campionato e una Supercoppa nazionale.

Nel settembre 2000 lo acquistò il Bologna e l'allenatore Guidolin lo fece giocare in posizione leggermente più arretrata rispetto al ruolo del tipico centravanti di sfondamento. A Bologna totalizzò 27 reti in 88 partite distribuite in tre stagioni e divenne uno dei giocatori più appetiti del campionato italiano. L'Inter se lo accaparrò nel 2003 per sostituire Herman Crespo. Cruz, pur se in perenne concorrenza con una serie di fortissimi attaccanti, ebbe modo di imporsi agli occhi della critica e dei sostenitori nerazzurri. In sei stagioni ha giocato per 129 volte e ha segnato 49 reti. A Milano ha vinto 4 Campionati, 2 Coppe Italia, 3 Supercoppe italiane. Il 30 giugno 2009, scaduto e non rinnovato il contratto con l'Inter, Cruz fu libero di trovare un'altra squadra. Dopo aver valutato alcune proposte di squadre europee e le offerte di Napoli, Roma e Lazio, il 31 luglio 2009 ha firmato un contratto annuale, con opzione per un altro anno, con il Presidente biancoceleste Claudio Lotito.

Julio Cruz è un giocatore tecnico, solido fisicamente (m 1,90; kg 78), dotato di un ottimo colpo di testa e di un tiro potente e preciso. In Italia si è affinato tatticamente e, con i suoi movimenti, non dà punti di riferimento ai difensori avversari. Non possiede uno scatto bruciante sul breve, ma in progressione acquista velocità ed è difficilmente controllabile. Disputa una stagione in maglia biancoceleste. Con la Lazio colleziona 25 presenze e 4 reti in Campionato. Al termine del campionato rescinde consensualmente il contratto con la Lazio rinunciando ad un altro anno di ingaggio.



Palmares




Torna ad inizio pagina