Domenica 23 gennaio 1972 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Genoa 2-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

23 gennaio 1972 - 1711 - Campionato di Serie B 1971/72 - XVIII giornata - calcio d'inizio ore 14.30

LAZIO: Di Vincenzo, Papadopulo, Oddi, Wilson, Polentes, Martini, Massa, Abbondanza, Chinaglia (80' Nanni), Moschino, Facchin. A disp.: Trombin. All. Maestrelli.

GENOA: Lonardi, Manera, Rossetti, Bittolo, Benini, Turone, Perotti, Maselli, Traspedini, Simoni, W.Speggiorin. A disp.: Buffon, F.Ferrari. All. Silvestri.

Arbitro: Panzino (Catanzaro).

Marcatori: 8' Chinaglia (rig), 81' Massa.

Note: giornata grigia, terreno leggermente allentato. Ammonito Rossetti per proteste. Calci d'angolo: 10 - 2 per il Genoa.

Spettatori: 13.233 paganti e 10.200 abbonati per un incasso di £.23.768.000.

Sofferto successo della Lazio nei confronti del Genoa a conferma di un periodo di forma opaco per la squadra di Maestrelli. Nell'undici che scende in campo è assente Bandoni e al suo posto torna dopo mesi di assenza Di Vincenzo; Martini è recuperato all'ultimo istante dopo un settimana tormentata a causa di un violento mal di denti. Dopo le prime fasi di studio la Lazio agguanta il vantaggio su calcio di rigore. Benini mette giù Chinaglia in area dopo un duetto del bomber con Massa. L'esecuzione del numero 9 biancoceleste è esemplare con Lonardi completamente spiazzato e pallone nell'angolo. Lazio in avanti alla ricerca del raddoppio e Massa in rovesciata e Chinaglia in percussione vanno vicini al bersaglio grosso. Solo al 23' un acuto di Speggiorin fa vedere per la prima volta le potenzialità dei grifoni in avanti. Negli ultimi dieci minuti del tempo è ancora Lazio e Massa arriva con un soffio di ritardo su un ottimo cross dalla sinistra. Alla ripresa del gioco i biancocelesti spariscono letteralmente dalla scena. Al 47' Di Vincenzo deve superarsi su una botta di Perotti che filtra tra una selva di gambe. Poco più tardi un tiro di Manera deviato da Oddi costringe il portiere ad un balzo felino per recuperare il pallone. Genoa padrone del campo e centrocampo laziale evanescente; la difesa biancoceleste deve ricorrere a tutte le sue risorse per tamponare le avanzate dei liguri. Al 57' Traspedini sbaglia di un soffio su servizio di Simoni e poco più tardi Traspedini viene contrato al momento della conclusione a rete. Si teme da un momento all'altro la capitolazione anche perché Chinaglia viene colpito duro ed è costretto ad abbandonare il campo sostituito da Nanni. Simoni divora di testa un goal fatto a sei minuti dal termine. In un'azione di alleggerimento Bittolo commette fallo su Moschino il quale lesto calcia la punizione verso Massa che stringe verso il centro e beffa Lonardi in uscita. Il goal è un'autentica liberazione per i tifosi laziali che assistono ancora ad una pericolosa occasione costruita da Turone e a un bel tiro di Nanni fuori di poco. Con i due punti conquistati la Lazio approfitta dei pareggi delle prime in classifica e si assesta al secondo posto a due punti dalla capolista Ternana.





Torna ad inizio pagina