Fersini Mirko


Mirko Fersini
Mirko Fersini

Articoli correlati

Difensore, nato l'8 marzo 1995 e deceduto a Roma il 12 aprile 2012.

Fa parte degli Allievi Nazionali nella stagione 2011/12. Con la Primavera prende parte al Torneo Wojtyla 2011. Il 6 aprile è purtroppo vittima di un terribile incidente stradale avvenuto a Fiumicino mentre andava a tagliarsi i capelli prima della partenza per Rieti, dove la squadra Allievi Nazionali della Lazio, allenata da Simone Inzaghi, avrebbe dovuto partecipare al Memorial Manlio Scopigno. Il ragazzo perde il controllo del motorino e finisce contro un cassonetto della spazzatura ubicato lungo la strada. Immediatamente ricoverato all'Ospedale San Camillo di Roma le sue condizioni sono apparse subito gravissime a causa di un edema cerebrale non operabile. Purtroppo, dopo sei giorni di coma, il ragazzo muore la mattina del 12 aprile 2012.


Scrive Il Messaggero il 14 aprile 2012 nel giorno del suo funerale:

Oggi l'ultimo saluto a Mirko Fersini, il 17enne terzino degli Allievi Nazionali morto due giorni fa dopo una settimana di coma a seguito di un incidente stradale in motorino. In migliaia ai funerali nella chiesa di S. Maria della divina Provvidenza a Fiumicino. I genitori di Mirko hanno autorizzato l'espianto degli organi: il cuore, i polmoni forti e gli altri organi di un calciatore di 17 anni che giocava per diventare un campione daranno una speranza di vita a sei persone gravemente ammalate. Durante i funerali, c'è stato il commosso abbraccio tra i genitori del ragazzo di Fiumicino e il padre di un giovane che ha ricevuto uno degli organi espiantati al 17/enne.

In migliaia ai funerali. Oltre 2.000 persone, con tutte le rappresentanze calcistiche della Lazio, a Fiumicino per l'ultimo saluto a Mirko. Grande la commozione e l'affetto di tanti che si sono stretti attorno ai genitori, Katia e Roberto, alle sorelle Tania e Marika e al nonno Alfredo, nella piccola chiesa gremita. C'erano anche il presidente Claudio Lotito, l'allenatore degli Allievi Simone Inzaghi, alcuni giocatori della prima squadra, tra i quali Dias e Miroslav Klose e alcuni campioni del primo Scudetto del '74, l'ex capitano Pino Wilson e Giancarlo Oddi, oltre a Bruno Giordano e il sindaco di Fiumicino Mario Canapini. Schierati sull'Altare i compagni di squadra di Mirko e i pari categoria della Roma. Sempre sull'Altare un grande vessillo biancoceleste, mentre all'esterno sono decine le corone di suffragio con i fiori biancocelesti. I funerali sono stati celebrati da padre Leonardo Ciarlo, ex parroco dell'Isola Sacra ed ora parroco alla Giustiniana, amico di famiglia e tra l'altro tifoso biancoceleste, che aveva seguito fin da piccolo Mirko.

Tantissimi i giovani presenti, affranti dal dolore, dai compagni di scuola agli amici della comitiva. "Ho visto crescere Mirko - ha detto nell'omelia padre Leonardo - Ci univa l'amicizia con la famiglia, la fede ed anche il tifo per la Lazio. Un giovane sportivo che aveva tutto un futuro davanti: la fede non cancella il pianto ma contribuisce a dare un senso alla tristezza, all'abbandono, al distacco e al dolore atroce della famiglia. La morte di Mirko, però, non è la fine di tutto ma un inizio, alla luce di Cristo. Cari giovani - ha concluso - la vita è preziosa ed è un grande dono: valorizzatela al massimo; scrivete sempre subito in bella ogni momento importante". "Questo ragazzo è un bell'esempio di sportivo pulito e del giusto modo di vivere la gioventù: per questo la morte di Mirko ha colpito tutta la città. Ci è rimasto nel cuore" ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno dopo la visita nella chiesa dell'ospedale. Alemanno ha poi voluto sottolineare che "il gesto dei genitori di donare gli organi è un atto di coraggio e fede stupendo che ha permesso di salvare sei persone". Il primo cittadino di Roma ha infine voluto ringraziare la Lazio "per la vicinanza che ha dimostrato in questo momento e penso che sia proprio questo il vero sport".

Il 27 ottobre 2012 la Società intitola il campo principale del Centro Sportivo di Formello alla memoria di Mirko.



Articoli correlati:

Il campo principale di Formello intitolato a Mirko Fersini





Torna ad inizio pagina