Il Calciomercato 1992


Stagione

L'avvento di Sergio Cragnotti alla presidenza della Lazio cambia radicalmente l'approccio della società al mercato. La potenza economica del finanziere, che trova origine da complessi movimenti finanziari, permette di trattare giocatori di gran valore e molto spesso di acquistarli. Non è più la Lazio timida e indebitata di qualche anno prima. I movimenti di mercato dell'estate 1992 stanno a dimostrarlo.

Vengono ceduti: Capocchiano, Verga, Melchiori, Sosa. La campagna acquisti è clamorosa e dispendiosa. A disposizione del tecnico confermato Dino Zoff e del suo vice Giancarlo Oddi, vi sono: Favalli dalla Cremonese, Luzardi dal Brescia, Signori dal Foggia, Winter, nazionale olandese dall'Ajax, Cravero dal Torino, Marcolin dalla Cremonese, Fuser dal Bonomi dalla Cremonese, Djair dal San Gallo (sarà ceduto a ottobre 1992). Inoltre nella stagione la Lazio potrà contare su Gascoigne che sta terminando la sua lunga convalescenza.