Storia della stagione 1921/22


Stagione 1921/22

Storia della stagione 1920/21 - Storia della stagione 1922/23

Storia delle Stagioni calcistiche

La Lazio iniziò la stagione con un paio di amichevoli con l'Audace, per poi prendere parte alla terza edizione del Torneo Alberto Canalini che si aggiudicò sconfiggendo Tiberis e Vittoria (in un match ripetuto in quanto il primo fu sospeso per sopraggiunta oscurità sul vantaggio di 4 a 0) e pareggiando con l'U.S. Romana.

La stagione 1921/22 fu, per vari motivi, particolarmente complessa. Infatti avvenne la separazione tra F.I.G.C. e C.C.I. e pertanto i campionati si divisero tra squadre legate alla prima organizzazione e quelle aderenti alla seconda. La Lazio aderì alla C.C.I. che comprendeva le potenti squadre del nord. Questo campionato era diviso in Lega del Nord e Lega del Sud comprendente le squadre delle regioni Lazio, Campania, Marche, Puglie e Sicilia. Dopo un girone di semifinale comprendente le vincitrici di ogni regione, la squadra prima classificata si sarebbe scontrata con quella vincitrice della Lega del Nord. Altro motivo di complicazione fu la decisione presa dalla C.C.I. nella riunione del 22 dicembre, quindi a campionato iniziato, di escludere quelle squadre che non possedessero un proprio campo di gioco.

In seguito a questa decisione furono escluse nel girone del Lazio le squadre della Tiberis e del Vittoria che avevano già cominciato il torneo. In sostanza a giocarsi il primo posto nel Lazio furono nove formazioni. Esso fu appannaggio della Fortitudo con 28 punti e che precedette l'Alba con 22, la Juventus Audax con 21 e la Lazio con 20. A seguire finirono le altre cinque compagini partecipanti. La stagione fu deludente per i biancocelesti: vinsero otto partite, ne pareggiarono quattro e ne persero altrettante. Il gioco non fu quasi mai all'altezza del prestigio della Lazio e ne fu la prova lo scarso numero di reti segnate, 35, e l'eccessivo numero di quelle subite, 22. L'unica nota positiva, ma importantissima, fu l'intuizione del tecnico Guido Baccani che tolse dalla porta Fulvio Bernardini e lo spostò in avanti durante il campionato. Il capocannoniere della squadra fu Dante Filippi. Il titolo assoluto fu vinto dalla Pro Vercelli che superò in finale l'ottima Fortitudo.

Parallelamente al Campionato, con un calendario speculare, si svolse il Campionato Riserve che la Lazio II si aggiudicò brillantemente come nella stagione precedente. Nel corso della stagione da segnalare anche una netta affermazione sull'Alba nel match di Pasqua, una vittoria di misura sul Livorno per la ricorrenza del Natale di Roma e un significativo pareggio per 3 a 3 con il Novara nell'amichevole di fine stagione.



La classifica finale del girone laziale 1921/22




Stagione 1921/22 << Storia della stagione 1920/21 Storia della stagione 1922/23 >> Storia delle Stagioni calcistiche Torna ad inizio pagina