Storia della stagione 1928/29


Stagione

Storia della stagione 1927/28 - Storia della stagione 1929/30

Storia delle Stagioni calcistiche

Le classifiche finali dei due gironi
Il Bologna Campione d'Italia 1928/29

Il Campionato 1928/29 è propedeutico al successivo che sarà a girone unico: ad esso dovranno accedere le prime otto classificate dei due gironi. La Lazio inizia malissimo la stagione perdendo la prime tre gare di Campionato. Viene quindi esonerato l'allenatore Sedlaceck e dalla 4^ giornata la squadra viene affidata ad una Commissione Tecnica. Al termine della stagione, giunge ottava nella classifica finale a pari punti con il Napoli e per questo motivo il 23 giugno 1929 disputa uno spareggio di qualificazione a Milano contro i partenopei. La partita termina con il risultato di 2-2 e viene indetto un'ulteriore spareggio da disputarsi a Padova in data 30 giugno.

Tuttavia, il 27 giugno, l'On. Arpinati Presidente della Federazione, dispone il rinvio di tale incontro. Infatti successivamente matura l'idea di estendere a 18 squadre la composizione del nuovo torneo purché le Società abbiano i mezzi finanziari e dispongano di uno stadio consono alla partecipazione nella Divisione Nazionale. Pertanto entrambe le compagini impegnate nello spareggio vengono comprese nel nuovo futuro Campionato. Per completare il numero delle partecipanti viene inoltre ripescata dal girone A, per motivi di opportunità politica, la Triestina. La Lazio giunge ottava in classifica grazie ai 29 punti ottenuti con 13 vittorie, 3 pareggi e 14 sconfitte, subendo 39 reti contro le 48 realizzate. Il cannoniere della squadra è Aldo Spivach che realizza 11 reti, mentre Gino Lamon ne mette a segno 10.

Il girone B è vinto dal Bologna con 49 punti che precede la Juventus ed il Brescia giunte a pari punti (41). Nella finale contro il Torino, prima classificata del girone A, i felsinei sconfiggono per 1-0 i piemontesi e pertanto i rossoblù si aggiudicano il Campionato 1928/29. Le squadre del girone B ammesse al successivo torneo a girone unico sono il Genova, la Pro Vercelli, l'Ambrosiana e la Cremonese. La prima delle escluse è la Biellese classificata a 27 punti. La Lazio di fatto compie una piccola impresa perché le avversarie sono molto agguerrite e i biancocelesti sono disomogenei nell'equilibrio tra i reparti. Subisce sconfitte nette con il Bologna, il Brescia, il Genova, mentre ottiene prestigiose vittorie con il Napoli, la Juventus e con l'Ambrosiana. Il rendimento della squadra migliorerà strada facendo e nell'ultimo decisivo periodo diviene ottimale.




Stagione << Storia della stagione 1927/28 Storia della stagione 1929/30 >> Storia delle Stagioni calcistiche Torna ad inizio pagina