Domenica 23 giugno 1929 - Milano, stadio San Siro - Lazio-Napoli 2-2 (d.t.s.)


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

23 giugno 1929 - Campionato della Divisione Nazionale 1928/29 - Qualificazione

LAZIO: Sclavi, Saraceni (II), Bottacini, Pardini, Furlani, Caimmi, Cevenini (V), Bodrato, Spivach, Rier, Vaccari.

NAPOLI: Valeriani, Innocenti (I), Scacchetti, De Martino, Roggia, Cassese, Gariglio, Innocenti (II), Sallustro, C.Buscaglia, Fenili.

Arbitro: sig. Carraro di Padova.

Marcatori: pt 17' Spivach, st 10' Sallustro, 24' Innocenti (II), 35' Cevenini (V).

Note: Pubblico di 5.000 persone composto quasi esclusivamente da sostenitori laziali e napoletani giunti a Milano con ogni mezzo o residenti a Milano. I napoletani sono in maggior numero ma i laziali hanno esposto per tutto l'incontro un enorme striscione con su scritto "Forza Lazio". Espulso al 15' st Saraceni (II) per aver tentato di colpire con un pugno Fenili. I tempi supplementari* si sono chiusi in parita. La ripetizione della partita Lazio-Napoli, necessaria per designare la squadra da inserire nella nascente Serie A, venne inizialmente programmata per il 30 giugno 1929, allo stadio Appiani di Padova. Dopo un primo rinvio, ci fu la decisione della Lega di allargare il numero delle squadre partecipanti al nuovo campionato maggiore, portandole dalle previste 16 a 18. Divenne pertanto inutile la disputa dell'incontro che venne annullato. Lazio, Napoli e Triestina (9^ classificata nel girone A) furono ammesse alla Serie A. A seguito di questa decisione anche l'incontro del 23 giugno venne considerato nullo.


  • A quei tempi si diceva "supplettivi"


Lazio e Napoli si incontrano nella seconda partita di spareggio per disputare il costituendo campionato di serie A. Ancora una volta il risultato è di pareggio (2-2)