XVII^ Coppa del Mondo - Giappone Corea 2002


La formazione azzurra
La rete che condanna gli azzurri all'eliminazione
Una fase di gioco
Il Brasile Campione del Mondo

Stagione

Vai a Francia 1998 - Vai a Germania 2006


Storia della competizione

Nel 2002, per la prima volta, la Coppa del Mondo è ospitata da due nazioni distinte e si gioca in Asia: Corea del Sud e Giappone sono i due paesi organizzatori, mentre Cina, Slovenia, Turchia, Senegal e Ecuador si affacciano per la prima volta al Mondiale. Nel gruppo 1 subito una sorpresa, con Danimarca e Senegal qualificate a dispetto dell'Uruguay, ma soprattutto dei campioni del mondo in carica francesi, capaci di realizzare un solo misero punto. Nel gruppo 2, la Spagna domina le danze con tre vittorie su tre, anche se, a dire il vero, Paraguay, Sudafrica e Slovenia non sono stati avversari temibili. Anche il gruppo 3 vede primeggiare una squadra, il Brasile, voglioso di riscatto col ritrovato bomber Ronaldo: tre vittorie su tre e primo posto davanti alla Turchia; nel gruppo 4 la Corea del Sud sfrutta il fattore casalingo (prezioso l'1-0 ai danni del Portogallo) e si qualifica per la prima volta agli ottavi insieme agli Stati Uniti. Il gruppo 5 è invece il regno incontrastato della Germania (esordio boom con l'Arabia Saudita, vittoria per 8-0), con l'Irlanda di Keane unica nazionale capace di tenere il passo. Nel gruppo 6 del Mondiale Giappone 2002, la sorpresa Svezia e l'Inghilterra riservano una brutta sorpresa agli argentini, mai eliminati così presto in un Mondiale.

Il gruppo 7 è quello dell'Italia: gli azzurri si qualificano a fatica, centrando un sudato secondo posto dietro al Messico. Infine, nel gruppo 8, il Giappone padrone di casa e il Belgio hanno la meglio su un'opaca Russia e sulla Tunisia. Agli ottavi subito una grossa sorpresa: l'Italia viene eliminata dai coreani, al termine di una partita ricca di emozioni e polemiche. Al vantaggio di Vieri risponde Seol all'88', mentre il golden gol di Ahn fa calare il sipario sul Mondiale azzurro (molto contestata la direzione di gara dell'arbitro Moreno). Gli altri padroni di casa giapponesi, invece, abbandonano l'avventura dopo la sconfitta con la Turchia. La Germania si impone tenacemente sul Paraguay (rete di Neuville al termine del match), mentre l'Inghilterra affonda nettamente la corazzata danese (3-0 con Owen gran mattatore). Il Senegal ripercorre l'epopea del Camerun del 1990 e riusce a vincere, al golden gol, contro la Svezia; Spagna-Irlanda, terminata 1-1 dopo i tempi regolamentari è decisa ai rigori in favore delle Furie Rosse; il Brasile regola senza fatica uno spento Belgio (2-0) e, infine, gli Stati Uniti si impongono per 2-0 nel derby continentale col Messico.

Ai quarti di finale si registra immediatamente un grande scontro: Brasile-Inghilterra che è decisa dalle reti di Rivaldo e Ronaldinho dopo il vantaggio britannico. Gli Usa si arrendono alla Germania, a cui bastò un bel gol di Ballack; tra Senegal e Turchia sono invece necessari i supplementari, con Mansiz a regalare uno storico trionfo. Tra Spagna e Corea del Sud, poi, ancora polemiche per i padroni di casa: agli spagnoli vengono annullati due gol regolari e il match termina 0-0 ed ai rigori prevalgono gli asiatici. Ma questi ultimi, tuttavia, nulla possono nelle semifinali contro la Germania che si impone ancora per 1-0; nell'altro incontro, invece, un rinato Ronaldo regala la terza finale consecutiva ai verdeoro brasiliani. Nel Mondiale Giappone 2002 la Turchia conclude al terzo posto il torneo dopo il 3-2 inflitto ai coreani. Nella finalissima il Brasile, grazie alla doppietta di Ronaldo, diventa Campione del Mondo per la quinta volta, mostrando a tutti l'orgoglio e le capacità di questa nazionale.


Calciatori biancocelesti convocati
Nome Nazionale Presenze N. maglia
Alessandro Nesta Italia 1 n. 13
Claudio Lopez Argentina 3 n. 16
Diego Pablo Simeone Argentina 2 n. 13
Hernan Crespo Argentina 3 n. 18
Fernando Couto Portogallo 3 n. 5
Gaizka Mendieta Spagna 3 n. 16




Vai a Francia 1998 Vai a Germania 2006 Torna ad inizio pagina