3 Novembre 1973

Da LazioWiki.

Scrive La Stampa: Pulici non è il responsabile maggiore dell'attuale difficile momento della Lazio, ma quando una squadra incassa sette gol in due partite, il portiere è sempre chiamato in causa. Cosi dopo Ipswich (0 a 4) e dopo Torino (1 a 3) si è istruito un vero processo alla difesa romana ed al suo portiere. E' opportuno pertanto sentire il parere di Pulici, attualmente sotto esame per andare a Monaco in aggiunta alla coppia azzurra Zoff-Albertosi. Pulici reagisce al "processo", non ne vuol sentir parlare, non lo accetta. Dice: "E' ora di finirla con critiche ed accuse. E' il momento di dire basta. Ipswich e Torino sono state due partite nate male. Lo scorso anno avevamo incassato 13 gol in tutto il campionato, possibile che siamo diventati tutti brocchi in un sol momento?". Vorremmo ricordare anche la magra di Sion, ma preferiamo ascoltare lo sfogo dell'estremo difensore laziale. Pulici continua: "E' chiaro che qualcosa non gira a dovere, ma da ciò a considerarci del falliti è troppo". Portiamo il discorso sulla difficoltà dei suoi compagni nel contrastare il gioco aereo. Ad Ipswich Whimark segnò il primo dei suoi quattro gol di testa, a Torino realizzarono ancora di testa Altafini e Bettega. Pulici risponde: "E' chiaro che non posso difendere i miei compagni e me stesso parlando di distrazioni. Forse ad Ipswich ed a Torino abbiamo incontrato gli attaccanti più forti nel gioco alto. Ci alleneremo, faremo esercizi, insomma cercheremo di ovviare a questo inconveniente".

Logicamente Pulici non parla di Facco, il principale imputato. Il terzino all'inizio della settimana ha accusato una contusione ad un piede ed è rimasto a riposo. Qualcuno ha avanzato l'ipotesi che potesse trattarsi di un malanno diplomatico per nascondere l'esclusione, ma Facco ieri ha ripreso a pieno ritmo. Pare però che domani il difensore debba rimanere fuori squadra. Maestrelli non conferma la notizia e risponde: "Vedrò all'ultimo momento". A disposizione c'è Petrelli, che appare in piena forma. Wilson accusa alcune linee di febbre, ma il capitano assicura che ce la farà. A proposito della partita con la Fiorentina Maestrelli dice: "E' una gara molto delicata perché sia noi che loro siamo reduci da due sconfitte importanti: noi a Torino con la Juventus, loro in casa con il Foggia. La Lazio reagirà con tutta la sua forza, perché non possiamo perdere altri punti in classifica". La Fiorentina è a Roma da ieri. Stamane i toscani si sono allenati su un campo dell'Acqua Acetosa. C'era anche Merlo, che ha lavorato intensamente (è probabile che possa giocare). Assente invece De Sisti, che sarà sostituito da Antognoni. Radice allerma: "Noi cercheremo di contrapporre grinta e decisione alla grinta ed alla decisione della Lazio. La Fiorentina è squadra da contropiede. Se loro attaccheranno, noi cercheremo la sorpresa". Chinaglia sarà controllato da Galdiolo. Si preannuncia uno scontro di alto interesse agonistico.