Domenica 10 settembre 1967 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Potenza 1-1

Da LazioWiki.

Stagione

Turno successivo

10 settembre 1967 - Campionato di Serie B 1967/68 - I^ Giornata

LAZIO: Cei, Zanetti, Marchesi, Ronzon, Pagni, Gioia, Sassaroli, Cucchi, Morrone, Governato, Fortunato. A disp. 12° Di Vincenzo. All. Gei.

POTENZA : Bressan, Ciardi, Marcolini, Venturelli, Colautti, Manini, Rossetti, Rosito, Cappellaro, Carioli, Cianfrone. A disp. 12° Masiero. All. Mancinelli.

Arbitro: Palazzo (Palermo).

Marcatori: 18' Morrone, 90' Cianfrone.

Note: giornata calda, terreno leggermente allentato per la pioggia dei giorni precedenti. Infortunio per Sassaroli scontratosi al 37’ con Morrone (lacerazione ai legamenti del ginocchio destro) che dopo i dovuti medicamenti si è schierato all’ala sinistra; infortuni più lievi per Morrone e Fortunato. Calci d’angolo: 1-1.

Spettatori: 25.000 circa con 15.990 paganti e 6.320 abbonati per un incasso di £. 19.932.200.

Il Corriere dello Sport in prima pagina titola: LAZIO BEFFATA A TEMPO SCADUTO - Biancazzurri ancora da registrare: il Potenza strappa il pareggio (1-1).

Ezio De Cesari scrive: "Cianfrone un ragazzino con l’argento vivo addosso, ma un po’ sbadato, si era già lasciato scappare due o tre occasioni preziose e voleva riabilitarsi ad ogni costo: c'è riuscito proprio allo scadere dell’ultimo minuto della partita, approfittando di una lunga catena di errori della retroguardia laziale e così il Potenza ha potuto raggiungere la Lazio e strappare un più che meritato pareggio". E' un esordio amaro quello della Lazio al debutto di un Campionato cadetto che la vede grande favorita ai nastri di partenza. Un battagliero Potenza riesce a portar via dal Flaminio un bel pareggio. Lazio priva di quattro titolari: Masiello, Adorni, Carosi e Bagatti, costretta a schierare Morrone nell'inedito ruolo di centravanti e Gioia in una posizione più arretrata del solito. Partenza autoritaria dei giocatori di Gei con un Sassaroli subito grande protagonista. La giovane ala sfiora il montante al 3', poi con un sinistro fa sibilare il pallone fuori di pochi centimetri e quindi al 7' costringe Bressan a una fortunosa deviazione sul palo. Replica il Potenza per qualche minuto, ma al 18' i biancocelesti passano. Lancio di Cucchi per Morrone che in serpentina si libera e conclude con un tiro liftato rasoterra che s'infila nell'angolo della porta avversaria. Grandissimo goal per il "gaucho" e Flaminio che esplode per la prodezza. La reazione degli ospiti non si lascia attendere: alta di poco una rovesciata di Cianfrone al 27' e poi la stessa ala arriva con un soffio di ritardo su un cross di Rosito. Al 37' Sassaroli, sino a quel punto il migliore in campo, s'infortuna e claudicante si posiziona all'ala sinistra. Ultimi minuti del tempo tutti a favore degli ospiti: Cei stupendo su Cianfrone e poi palo colpito da Rosito su punizione. Ancora equilibrio nella ripresa e grande possibilità per Morrone che al 62' entra in area e supera in dribbling per ben due volte Bressan senza riuscire però a concretizzare da posizione defilata. Poco dopo scambio Gioia-Cucchi-Gioia che batte a rete trovando una grande risposta del numero uno avversario. Il Potenza attacca con vigore, ma le occasioni sono della Lazio. Fortunato colpisce l'esterno della rete e l'eroico Sassaroli sfiora la segnatura con un diagonale. Al 90' giunge la beffa: Cianfrone sfila il pallone a un ingenuo Gioia e batte Cei. Biancocelesti ancora non a posto con una difesa molto incerta, un centrocampo da assemblare e un attacco che, vista la gravità dell'infortunio occorso a Sassaroli, necessita di acquisti da parte della Società.