Domenica 15 novembre 1981 - Genova, stadio Luigi Ferraris - Sampdoria-Lazio 1-1

Da LazioWiki.

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

15 novembre 1981 - 2099 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie B 1981/82 - X giornata

SAMPDORIA: P.Conti, Ferroni I, Vullo (81' Rosi), P.Sala, Guerrini, Galdiolo, Garritano, Scanziani, Zanone, Bellotto, Roselli (67' Sella). A disp. Bistazzoni, L.Pellegrini, Manzo. All. Ulivieri

LAZIO: Pulici, Chiarenza, Spinozzi, Mastropasqua, Pighin, De Nadai, Viola, Sanguin, Vagheggi, Ferretti (81' Mirra), Speggiorin. A disp. Marigo, Benini, D'Amico, Garlaschelli. All. Castagner.

Arbitro: Sig. Lo Bello (Siracusa).

Marcatori: 76' De Nadai, 79' Scanziani.

Note: espulso Sanguin all'81'. Ammoniti Spinozzi, Roselli e Pulici. Esordio in serie B per Vincenzo Mirra.

Spettatori: 30.000 circa.

Un punto prezioso per la Lazio a Marassi. La doppia trasferta a Nord-Est, dopo Pistoia, porta così tre punti importanti, che bilanciano le sconfitte di Perugia e in casa col Catania. Potevano essere quattro i punti, in verità, se i biancocelesti non si fossero fatti riacciuffare subito, dopo essere passati in vantaggio a un quarto d'ora dal termine con un colpo di testa di De Nadai all'incrocio dei pali da punizione battuta da Sanguin. Ottima la prova del marcatore del gol, schierato come del resto Spinozzi in precarie condizioni (dito rotto). Il pari lo ha realizzato Scanziani, saltando a sua volta su un cross teso di Galdiolo fuori dalla portata di Pulici. E la Lazio ha dovuto giocare dopo altri due minuti addirittura in dieci per l'espulsione di Sanguin, reo secondo Lo Bello di un fallo grave sul nuovo entrato Rosi. La partita è stata tutt'altro che spettacolare, visto che Castagner ha preferito schierare una linea difensiva rinforzata, una squadra da combattimento che ha ribattuto colpo su colpo le sterili iniziative della squadra di casa, con il nuovo tecnico Ulivieri assatanato in panchina. Il solo Vagheggi, vista la giornata-no di Speggiorin, si è incaricato di portare qualche pericolo alla porta di Paolo Conti, mentre Viola ha registrato la manovra affiancato in pratica da tre mediani. Negli spogliatoi, a fine gara, qualche polemica tra i giocatori per via di consegne non rispettate: imputato principale il centrocampista Ferretti, che si è difeso dicendo di non sentirsi ancora a posto fisicamente. In classifica Lazio e Samp hanno 10 punti dopo 10 partite, staccate di 4 punti dalla vetta dove c'è il sorprendente Varese.