Domenica 30 novembre 1952 - Milano, stadio San Siro - Milan-Lazio 3-1

Da LazioWiki.

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

30 novembre 1952 - Campionato di Serie A 1952/53 - XI giornata

MILAN: Buffon, Silvestri, Zagatti, Annovazzi, Pedroni, Celio (I), Burini, Gren, Nordahl (III), Liedholm, Frignani. All. Sperone.

LAZIO: Sentimenti (IV), Antonazzi, Furiassi, Alzani, Sentimenti (V), Bergamo, Bettolini, Bredesen, Antoniotti, Larsen, Puccinelli. All. Bigogno.

Arbitro: sig. Bellè di Venezia.

Marcatori: 17' Burini, 18' Gren, 49' Nordahl (III), 88' Bredesen.

Note: ammoniti Annovazzi e Bergamo per reciproche scorrettezze. Al 34' della ripresa grave incidente di gioco per Bettolini in uno scontro con Zagatti: il laziale è stato portato in ospedale per accertamenti per un colpo all'altezza del fegato.

Spettatori: 40.000 circa.

Il biglietto della gara
Da l'Unità: la cronaca della gara
Una fase della partita
Nella sequenza di fotogrammi pubblicati su "Sport Illustrato", risulta chiarissima la dinamica del confuso gol segnato da Nordahl (III)
Una fase della partita

Una sola squadra in campo, incontenibile in avanti e concentrata in difesa: il Milan fa polpette della Lazio, ben al di là del 3-1 finale, con l'onore biancoceleste salvato a due minuti dal termine solo da un colpo di testa di Bredesen su centro di Puccinelli. I rossoneri di questi tempi sono in una forma splendida ed esprimono un gioco arioso che annichilisce le difese avversarie: stavolta, risucchiato Alzani in zona centrale per contenere lo strapotere milanista, Antonazzi si è ritrovato quasi sempre preso in mezzo tra Nordahl, Gren e Liedholm. Ancor prima di subìre i due gol in un minuto che hanno spianato il match anche nel punteggio, la Lazio è andata in barca a ogni avanzata avversaria, salutata dall'entusiasmo del pubblico. Burini, che ha realizzato al volo il primo gol su cross di Frignani, e proprio quest'ultimo, autore anche dell'assist successivo per il raddoppio di Gren, sono state autentiche spine nel fianco per la retroguardia laziale, graziata da due pali (una cannonata di Nordahl e un'altra di Frignani) e poi trafitta per la terza volta in avvio di ripresa da Nordahl che spingeva in rete da due passi un pallone centrato da Burini su cui i due Sentimenti si erano ostacolati. Elogi incondizionati per tutti i rossoneri, da Silvestri a Zagatti, all'inesauribile Pedroni. Ma è il quintetto d'attacco che non è praticamente arginabile. Cosicché ai biancocelesti non si può di certo rimproverare la mancanza d'impegno ma l'incapacità di fondo di colpire con la stessa veemenza: Buffon è rimasto a lungo inoperoso vista l'imprecisione dei laziali al momento della conclusione in porta. Da segnalare il grave infortunio di Bettolini, colpito all'altezza del fegato in uno scontro fortuito con Zagatti: portato fuori a braccia e ricoverato in ospedale, sarà tenuto in osservazione per una giornata.