Domenica 13 aprile 1941 - Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Bari 2-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

13 aprile 1941 - 642 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1940/41 - XXVII giornata

LAZIO: Gradella, Romagnoli (II), Monza (II), Gualtieri, Ramella, Baldo, Dagianti, Pisa (I), Piola, Flamini, Ferri. All. Canestri.

BARI: Ricciardi, Fuoco, Andrighetto, Isetto, Piccini, Arienti, Trevisan, Maestrelli, Lupi, Dugini, Alghisi.

Arbitro: sig. Curradi di Firenze.

Marcatori: 18' pt Piola, 45' pt Arienti, 18' st (rig) Piola, 30' st Trevisan.

Note: giornata bella. Terreno molto buono. Calci d'angolo 5 a 0 per la Lazio.

Spettatori: 5.000.

N.B. La Stampa assegna il secondo gol del Bari a Maestrelli. "Il Littoriale" concorda con "La Gazzetta dello Sport".

Fasi del match
Da "La Gazzetta dello Sport": il resoconto della gara


Roma, 14 aprile. Partita da fanalini di coda, svogliata, disordinata e priva di ogni interesse tecnico e spettacolare. La Lazio, scesa in campo in formazione di ripiego si dimostrò leggermente superiore nel primo tempo che, nonostante il lieve sopravvento degli azzurri, si chiudeva in parità. Di Piola al 18' su azione nata da un calcio d'angolo la prima rete laziale. Succedeva un punto del Bari al 45', del quale era autore Arienti su tiro a parabola da circa 40 metri. La ripresa conservava le identiche carattteristiche del primo tempo e fu ancora la Lazio a portarsi in vantaggio su rigore segnato da Piola al 15': rigore concesso con estrema leggerezza dall'arbitro Curradi. Il Bari reagiva e al 30' Trevisan, con un tiro da fondo campo, sorprendeva il poco vigile Gradella.