Domenica 13 giugno 1982 – Palermo, stadio Comunale – Palermo-Lazio 3-2


Stagione

Turno precedente

13 giugno 1982 - 2127 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie B 1981/82 - XXXVIII giornata

PALERMO: C.Oddi, Volpecina, Pasciullo, Vailati, Di Cicco, Caneo, Gasperini (75' Modica), Lamia Caputo (46' A.Schillaci), G.De Rosa, Lopez, Montesano. All. Renna.

LAZIO: Moscatelli, Chiarenza, Mirra, Pochesci, Pighin (46' Benini), Montesi, Vagheggi, Bigon, Surro, De Nadai (75' Perinelli), Badiani. A disp. Marigo, Viviani, Pucci. All. Clagluna.

Arbitro: Sig. Pezzella di Frattamaggiore.

Marcatori: 22' Vagheggi, 57' G.De Rosa, 65' A.Schillaci, 79' Bigon, 82' Modica.

Note: giornata calda, terreno buono. Ammoniti Mirra e Montesano. Angoli 5-2 (4-0) Per il Palermo. Esordio in serie B per Fabio Perinelli e A.Schillaci.

Spettatori: 1.871 paganti; 3.157 abbonati. Incasso £. 30.251.000

La cronaca del Corsport
De Rosa su rigore spiazza Moscatelli

Congedo tutto sommato dignitoso del Palermo, nonostante una gara, soprattutto nella fase iniziale, poco vibrante. Nella ripresa i padroni di casa si sono impegnati e hanno offerto una prestazione generosa. Ovviamente spunti per il campionato non ce n'erano, il che ha pesato sulla pulizia tecnica dell'incontro. Il bilanciamento c'è comunque stato (parliamo sempre della seconda frazione) sotto il profilo agonistico. Palermo-Lazio la si può leggere nelle reti, i veri momenti magici della partita. Sblocca il risultato Vagheggi, uno del più assidui dello schieramento laziale. In effetti gli viene in ausilio il solito impaperamento della difesa rosanera. Tutto comincia con una pallaccia di Lamia Caputo, mal controllata da Vailati. Vagheggi si impadronisce della sfera e spiazza, con un tiro nemmeno forte, l'estremo palermitano. Il pari e patta in avvio di ripresa, per un atterramento più che inutile di Benini su De Rosa. Il bomber (nell'ultima giornata si laurea capo cannoniere) realizza dal dischetto. Complessa invece la realizzazione del 2-1 in favore dei locali. Dalla fascia destra parte un cross che spiove su un nugolo di giocatori intruppati nell'area di Moscatelli.

Batti e ribatti e Schillaci trova la botta vincente. Bigon ricuce con maestria: Montesi tira una fucilata che Oddi respinge in tuffo e il numero 8 biancoceleste aggancia al volo di sinistro dietro le spalle del portiere rosanero. La prodezza della giornata è del giovane Modica, subentrato a Gasperini. Montesano neutralizza sulla linea di fondo un difensore e spedisce un rasoterra che Modica splendidamente trasforma al volo di sinistro.

Fonte: La Stampa