Domenica 13 novembre 1932 - Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Pro Patria 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

13 novembre 1932 - 359. Campionato di Serie A 1932/33 - VIII giornata - inizio ore 14,30

LAZIO: Sclavi, Bertagni, Furlani, Serafini, Pardini, Fantoni (II), Guarisi, Fantoni (I), Bisigato, Castelli (Rato), De Maria. All. Sturmer.

PRO PATRIA: Colombo, Agosteo, Monza (II), Borsani, Dusi, Arnoldi, Conti, Rossi (I), Masera, Stella, Mara. All. Conti.

Arbitro: Sig. Mastellari di Bologna.

Marcatori: 4' Fantoni (II), 68' Rossi (I), 81' Fantoni (I).

Note: giornata rigida e ventosa. Laziali in maglia rossa. Calcio d'inizio ore 14:40.

Spettatori: n.d.


Il titolo del Littoriale
13nov32 b.jpg

Parte bene la Pro Patria, con Conti che avvia una serie di tiri in porta, tutti finiti a lato. Risponde la Lazio con autorità e Fantoni (I) e Bisigato impegnano Colombo. Al 4' Dusi carica Castelli. Il conseguente calcio di punizione di Fantoni (II) è fortissimo e sorprende Colombo: 0-1 per i biancocelesti, oggi in maglia rossa. I romani attaccano con insistenza e i bustesi si chiudono in difesa, con Rossi retrocesso alla mediana. Castelli è il più attivo mentre Filò, che al 10' si fa cogliere in fuorigioco, è poco servito. Al 12' Bertagni frena un'avanzata di Stella; al 14' Castelli tira un traversone a lato. Subito dopo De Maria colpisce involontariamente con il pallone Agosteo e questi è costretto a uscire dal terreno di gioco. Un'azione Castelli-Bisigato-Filò è respinta in corner da Monza, al cui fianco è retrocesso Mara. Il calcio d'angolo è respinto da Arnoldi, Castelli si trova il pallone tra i piedi ma sul tiro Colombo para. Un altro scontro Furlani-Masera costa a entrambi l'ammonizione. Al 22' Agosteo può rientrare e si posiziona all'ala sinistra. Sclavi interviene per la prima volta al 25'; un minuto dopo altro corner contro i cerchiati ma il tiro di Castelli è alto. Masera fugge al 28' ma Sclavi calcola bene i tempi dell'uscita e para. Altra parata di Colombo impegnato da Castelli e al 31' fuga di Conti che mette al centro per Stella, seguito bene da Bertagni che salva in corner. Al 33' viene annullato un goal a Bisigato per fuorigioco. Al 37' una difettosa manovra Bertagni-Pardini consegna un pericoloso pallone a Conti; nella mischia che ne consegue Sclavi allontana di pugno. La Lazio poi riprende il contrattacco e una bellissima azione a triangolo Castelli-De Maria si conclude con un tiro fuori di pochissimo dell'ala sinistra. Al 40' ennesimo fallo su Castelli, Furlani batte la punizione e la discesa Serafini-Filò e arginata da Arnoldi. Al 41' Colombo para un debole tiro di Serafini, al 44' giocata personale di Filò che serve Fantoni (I) ma il tiro dell'attaccante lascia a desiderare. Al primo minuto della ripresa la Lazio costringe ancora Colombo a parare un forte tiro di Fantoni (II). Subito dopo Furlani, colpito al fegato in uno scontro con Agosteo, deve lasciare il campo, con Serafini che passa a fare il centromediano, Pardini il terzino e Fantoni (I) l'half laterale. La Pro Patria, approfittando della superiorità numerica, si fa avanti minacciosa e Sclavi interviene su Masera. Poi è Conti a fuggire indisturbato e Bertagni, su respinta errata, devia in angolo. Batte lo stesso Conti, trovando Agosteo al centro dell'area che, di testa, impegna Sclavi in una strepitosa parata. Al 7' ci prova Filò con un tiro finito alto; all'11' di nuovo Filò che stavolta serve De Maria, il quale colpisce al volo di testa e Colombo emula Sclavi in una magnifica parata. Al 14' Furlani rientra in campo, ma la Lazio ancora non trova il ritmo di gioco del primo tempo e i Bustesi sfruttano meglio il vento a favore. Un'intreccio Bersani-Conti-Rossi è interrotto da Serafini con un tempestivo allungo a Sclavi. Al 16' Castelli manda a lato su passaggio di Bisigato. Al 18' altro intervento del portiere laziale su Agosteo nella battuta di un calcio d'angolo. Al 23' l'attacco bustese si concretizza nel goal di Rossi, che manda in rete un preciso passaggio di Stella. Il pareggio dà fiducia ai padroni di casa e scuote gli ospiti che al 26' ci provano con un tiro improvviso di Fantoni (II) preda di Colombo. Poco dopo Rossi segna ma il goal è annullato per evidente posizione di offside. Al 35' trama Conti-Rossi e fortissimo raso terra di Stella parato da Sclavi. Sulla respinta del portiere il fronte si capovolge e Bisigato scende con il pallone. Benché caricato da Dusi, cadendo riesce a servire Castelli, questi traversa a destra per Fantoni (I) che segna il goal della vittoria. La Lazio è ora padrona assoluta del campo, batte tre corner nel giro di due minuti, e solo il lavoro attento di Colombo impedisce alla squadra un passivo più largo. Solo al 44' la Pro Patria ha una reazione d'orgoglio su una punizione battuta da Conti: raccoglie Stella che assesta un bel colpo di testa e Sclavi si esibisce in una prodigiosa parata. Le speranze dei padroni di casa svaniscono così e prima del fischio finale Colombo è chiamato nuovamente a intervenire su un lancio insidioso di Bisigato.