Domenica 21 marzo 1915 - Roma, campo Due Pini - Lazio-Fortitudo 7-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

21 marzo 1915 - Campionato Nazionale Girone Laziale - X giornata

LAZIO: Rossini, Levi, Furia, De Gubertinis, Faccani, Maranghi, Cella, Saraceni, Bona, Grasselli, Raffo.

FORTITUDO: Orioli, Lommi, Comandini, Sansoni II, Vespasiani, Zanetta, Sensi, Di Martino.

Arbitro: sig. Bellucci (Juventus Roma).

Marcatori: 4 Bona, 2 Grasselli, Saraceni (la Lazio ha segnato 3 reti nel primo tempo e 4 nel secondo).

Note: la Fortitudo ha giocato in otto uomini. La partita è stata giocata sul campo quasi impraticabile messo a disposizione dal Roman in quanto gli impianti delle due società erano allagati dalla piena del Tevere.

Spettatori:

Da un giornale dell'epoca
Da La Stampa del 22/03/1915
Da La Gazzetta dello Sport del 22/03/1915

I quotidiani non riportano né i tabellini né la cronaca dell'incontro. Si sa soltanto che le due formazioni erano incomplete.


Da La Stampa del 22 marzo 1915:

Lazio vince Fortitudo (7-0). Roma, 21, notte.

Sul campo dei due Pini ha avuto luogo l'ultimo match per il campionato fra la Lazio e la Fortitudo. La Lazio ha vinto con sette goals a zero.


Dal giornale d'epoca qui a fianco pubblicato:

Domenica scorsa con la partita Lazio-Fortitudo, è finito il nostro girone, prolungatosi a causa del tempo, oltre misura. La Fortitudo non ha potuto contrastare in alcun modo la vittoria alla Lazio che nella nuova formazione che l'aveva vista trionfare sull'Internazionale di Napoli la domenica precedente, ha potuto affermarsi con un risultato numerico eccezionale. Le posizioni della classifica sull'esito delle partite rimandate non sono dunque state mutate, eccetto che per l'Audace, che come già dicemmo con un ottimo ritorno ha saputo conquistare il terzo posto davanti a Fortitudo e Pro Roma, dando a vedere che se per tutto il campionato esso si fosse potuto presentare nella odierna ottima forma, avrebbe certamente ottenuto successi maggiori e più significanti nei riguardi della classifica. Ed ora mentre le semifinali si avvicinano, riserbandomi di parlarne più a lungo nel prossimo numero, accennerò alle condizioni in cui si vanno a trovare le prime due classificate cioè Roman e Lazio.

...

E la Lazio? Indubbiamente essa versa in condizioni migliori, benché non ottime; anch'essa ha subito delle defezioni, primissima quella del nostro migliore centro-forwards Consiglio, ma i nuovi elementi, la buona volontà e la serietà dimostrata dagli azzurri ci permettono di sperare che almeno essi con una seria preparazione sapranno come gli altri anni far trionfare i colori di Roma sulle consorelle del Mezzogiorno e della Toscana!

NOTA - I tabellini (fonte La Tribuna del 22.03.1915) sono stati forniti dal sig. Alessandro D'Agostino






<< Turno precedente Turno successivo >> Stagione Torna ad inizio pagina