Domenica 21 novembre 1976 – Napoli, stadio San Paolo – Napoli-Lazio 1-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

1907. Campionato di Serie A 1976/77 - VI giornata

NAPOLI: Carmignani, Bruscolotti, La Palma, Burgnich, Vavassori, Orlandini, Massa, Esposito S., Savoldi (I), Vinazzani, Speggiorin (I). (12° Favaro, 13° Catellani, 14° Montefusco). All. Pesaola.

LAZIO: Pulici F., Pighin, Ammoniaci, Wilson, Manfredonia, Cordova, Garlaschelli, Agostinelli A., Giordano, Martini L., Badiani (I). 12° Garella, 13° Lopez, 14° Viola. All. Vinicio.

Arbitro: Sig. Menicucci di Firenze.

Marcatori: 72' Speggiorin (I), 86' Garlaschelli.

Note: terreno ai limiti della praticabilità. Dopo violenti scrosci d'acqua caduti in mattinata, a tratti era piovuto in maniara fitta anche durante l'incontro. Ammoniti: Garlaschelli per proteste e Manfredonia per scorrettezze. Esordio in serie A per Dario Pighin classe 1951.

Spettatori: Circa 70.000 (9857 paganti per un incasso di £ 53.662.400)

La rete di Speggiorin
Pighin e Speggiorin lottano nel campo allagato
Un'uscita di Felice Pulici

Le proibitive condizioni del tempo e di conseguenza del terreno di gioco ai limiti della praticabilità hanno condizionato non poco questa gara. C'era attesa per rivedere Vinicio tornare al San Paolo da ex che schierava Martini con un inusuale numero 10 mascherandolo da centrocampista, ma che alla fine ha dato man forte in difesa. Pesaola privo di Juliano e Chiarugi, ha mandato in campo Vinazzani e Speggiorin I. La gara è stata brutta, ma non poteva essere altrimenti (c'è da chiedersi perché non sia stata rinviata) visto il campo ridotto a risaia. Primi minuti di marca laziale con Agostinelli che spara da distanza ravvicinata al 2', ma Carmignani devia in corner e al 6' con Ammoniaci che si vede anch'egli parare la sua conclusione. Un minuto dopo c'è un furioso batti e ribatti in area laziale, ma né Massa, né Savoldi trovano la via della rete e alla fine è Pulici a far svanire ogni velleità dei campani. In retroguardia Wilson, Ammoniaci coadiuvati da Cordova fanno buona guardia. Al 15' è ancora il Napoli a rendersi pericoloso: punizione di Esposito per la testa di Speggiorin, ma Pulici para con un difficile intervento. Dopo questa azione, nulla più da segnalare per tutto il tempo.

Passiamo alla ripresa: il Napoli preme la Lazio nella sua metà campo che controbatte con sporadiche sortite in avanti. Al 72' i partenopei passano in vantaggio: Vinazzani serve Speggiorin che si libera di un avversario e quasi dalla linea di fondo inganna Pulici. Pesaola a questo punto incita i suoi a portarsi sempre in avanti in cerca del raddoppio, ma a quattro minuti dalla fine, con i giocatori stremati dalla fatica arriva il pareggio dei romani: affondo di Agostinelli che altezza della bandiera di calcio d'angolo di destra traversa in area dove interviene di testa Garlaschelli colpendo debolmente; la palla scivola sul terreno inzuppato ed entra in porta malgrado un tentativo di Carmignani. Disperazione napoletana esultanza laziale che strappa il punto che voleva e consolida il quarto posto in classifica in attesa della stracittadina di domenica che non vince ormai dall'anno dello scudetto.