Domenica 28 novembre 1948 - Livorno, Stadio Comunale (detto Yankee Stadium) - Livorno-Lazio 1-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

28 novembre 1948 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1948/49 - XII giornata

LIVORNO: Merlo, Tre Re, Lovagnini, Mannocci, Brondi, Gimona, Conti, Pako, Stradella, Cassani, Dante.

LAZIO: Brandolin, Antonazzi, Piacentini, Magrini, Gualtieri, Alzani, Puccinelli, Todeschini, Penzo (I), Flamini, De Andreis.

Arbitro: sig. Galeati di Bologna.

Marcatori: pt 14' Penzo (I), 27' Pako.

Note: spettatori scarsi. Poco vento, terreno ottimo. Al 38' Gualtieri si infortuna e passa a giocare all'ala. Al 22' del st viene espulso Mannocci per fallo su Alzani.

Si aspettava la prima vittoria del Livorno e invece per poco non si assisteva alla sua sconfitta. Se l'arbitro Galeati all'8' non avesse giudicato attivo un millimetrico fuori gioco di Puccinelli e non avesse, pertanto, annullato un goal di De Andreis, la Lazio si sarebbe portata a Roma l'intera posta. Il pubblico ha fischiato a più non posso i propri giocatori ed effettivamente, a parte una sparuta minoranza, i calciatori amaranto hanno profondamente deluso. Eppure la Lazio è apparsa tutt'altro che irresistibile e dopo un buon primo tempo si è accontentata del pareggio e nella ripresa è rimasta troppo prudentemente sulla difensiva. E questa è stata la sua colpa. Nel Livorno ha funzionato solo la mediana e anche la difesa non ha combinato grossi danni e si è giovata del buon esordio di Tre Re. L'attacco è stato pessimo e ha assommato errori e confusione totale. La Lazio ha fatto la sua onesta partita. Impostata su un ottimo Todeschini, che ha preso il posto, nel corso della gara, dell'infortunato Gualtieri, ha avuto nel centrocampo il suo punto di forza. I migliori degli ospiti sono stati, oltre il già citato Todeschini, Alzani, Flamini, De Andreis e Puccinelli. Queste le azioni dei goal: al 15' scambio Todeschini-Penzo e forte tiro di quest'ultimo che batte Merlo. Al 27' Mannocci batte una punizione per Cassani che tira in porta; sulla traiettoria la palla batte casualmente sulla testa di Pako e finisce in rete con Brandolin spiazzato dalla deviazione. Sicuramente il pareggio premia più il Livorno che la Lazio.