Domenica 2 aprile 1950 - Belgrado, stadio C.D.Y.A. - Jugoslavia-Lazio 8-1


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

2 aprile 1950 - Amichevole - Tournée in Jugoslavia

JUGOSLAVIA: Beara, Stankovic, Jovanoric, Colic, Cyakovski I, Radvnirovic; Ognyanov, Mitic, Wolfi (Tomapovic dal 1' st), Bobek, Cyakovski II.

LAZIO: De Fazio, Piacentini, Spurio, Montanari, Alzani, Sentimenti (III), Galetti, Magrini (Penzo), Arce, Penzo (Magrini), Gualtieri (Bacci). All. Gualtieri

Arbitro: sig. Matanic di Belgrado.

Marcatori: 3' Babek, 11' Cyakovski II, 21' Ognyanov, 24' Wolfi, 35' Cyakovski II, 44' Arce, 30' st Tomapovic, 39' Cyakovski II, 45' Tomapovic.

NOTE: spettatori 60.000; Calci d'angolo 6-6 (6-3); La Lazio è partita per questa tournée costretta a rinunciare a Sentimenti IV, convocato nella Nazionale italiana, a Flamini, Furiassi, Remondini e Puccinelli a Firenze con la Nazionale Italiana B insieme all'allenatore Sperone, e ai due apolidi Nyers II e Hofling impossibilitati a varcare la frontiera triestina, all'infortunato Cecconi e al portiere Landucci (che è in prestito al Pietrasanta) in quanto la società di appartenenza si è opposta a causa dei suoi impegni di campionato. Antonazzi (braccio destro ingessato) parte con la squadra ma sarà disponibile solo per la seconda delle due partite in programma. Dato l'esiguo numero di giocatori a disposizione (10 più il giovane Bacci), il vice-allenatore Gualtieri, a cui è stata affidata la squadra, scende in campo nel primo tempo con la maglia n. 11