Domenica 2 giugno 1929 - Roma, campo Rondinella - Lazio-Reggiana 4-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

2 giugno 1929 - Campionato della Divisione Nazionale 1928/29 - XXVIII giornata

LAZIO: Sclavi, Saraceni (II), Bottacini, Pardini, Valenti, Caimmi, Cevenini (V), Lamon, Spivach, Bodrato, Vaccari

REGGIANA: Baldi, Boni, Fornaciari, Bottazzi, Bezzecchi,Bolognesi, Lombatti, Valeriani (II), Bertoli, Casanova, Bresciani

Arbitro: sig. Giorgi di Milano

Marcatori: pt 17' Vaccari, 19' Spivach, 24' Spivach, st 4' Spivach

Note: Pubblico non numeroso. Giornata calda e soleggiata. Allo scadere del primo tempo è stato annullato un goal di Spivach.

La partita può essere sintetizzata come una sfida tra attacco laziale e difesa emiliana. All'offensiva biancoceleste, infatti, non c'è stata soluzione di continuità. La Reggiana non ha mai mostrato il suo valore, che pure l'aveva portata a battere la Pro Vercelli, mentre la Lazio è parsa trovare improvvisamente quei meccanismi e gli automatismi che non aveva mostrato durante la stagione. Certo la Reggiana è capitolata pure psicologicamente per aver subito tre reti nel giro di 7', ma raramente è riuscita a superare la metà campo e quando nel 2° tempo ha creato qualche occasione, i suoi attaccanti hanno fallito due facili occasioni in modo elementare. Tutta la partita è racchiusa nella descrizione dei goal. Al 17' Cevenini porge in profondità a Lamon, spostato sulla fascia, che centra per la puntuale inzuccata di Vaccari che batte l'immobile Baldi. Due minuti dopo è Vaccari, il migliore in campo, che crossa e questa volta è Spivach che, sempre di testa, deposita la sfera in rete. Al 24' Lamon sfonda al centro, finge il tiro ma serve lateralmente Spivach che fa partire un tiro al volo che Baldi vede solo in fondo alla rete. In chiusura di tempo l'arbitro Giorgi annulla, per motivi sconosciuti, un goal di Spivach apparso regolare. Nel 2° tempo, al 4', ancora l'imprendibile Vaccari serve Spivach che spiazza Baldi e porta a quattro le reti laziali e sigla la sua personale tripletta.